Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Pisa: gli incentivi per la mobilità ecologica


IncentiviIl Bando per accedere agli eco-incentivi è uscito lo scorso 15 dicembre ma le domande arrivate fino ad oggi sono soltanto 6. Una «battuta d’arresto» alla quale l’amministrazione comunale non vuole arrendersi tanto da lanciare un appello: i fondi ci sono — 252mila euro da distribuire

— e c’è tempo fino al 16 febbraio. I residenti che abbiano acquistato ciclomotori elettrici e bici elettriche o abbiano effettuato la trasformazione a gas (metano o Gpl) della propria auto dal 1 gennaio 2007 al 31 dicembre 2008, potranno usufruire del contributo comunale, frutto dell’accordo di programma sottoscritto dall’amministrazione con la Regione Toscana.

«DAL 2004, anno in cui per la prima volta sono stati introdotti gli incentivi comunali — afferma l’assessore Federico Eligi (nella foto) — sono state liquidate 1.479 domande. Si tratta di un’operazione che riteniamo fondamentale per abbattere le Pm10 e gli accordi prevedono interventi economici fino al 2010. Ma prima dobbiamo esaurire le risorse attualmente a disposizione. Invitiamo pertanto i pisani ad approfittare degli incentivi». L’entità del contributo non è, infatti, trascurabile: per l’acquisto con rottamazione di ciclomotori elettrici l’incentivo ammonta a 750 euro, per le biciclette elettriche (a pedalata assistita, come previsto dal codice della strada) 200 euro. Per quanto riguarda la trasformazione di auto a benzina catalitiche è prevista, invece, la somma di 350 euro per l’opzione Gpl e 500 euro per quella a metano. Per i veicoli non catalitici, 700 euro per il Gpl e 800 per il metano. L’eco-incentivo vale anche per i veicoli leggeri (non superiori a 3,5 tonnellate) per il trasporto merci intestati a ditte o società.

I CONTRIBUTI saranno erogati per primi a coloro che hanno presentato dichiarazione Isee inferiore o uguale a 28mila euro. Ma anche chi ha indici superiori — viste le poche pratiche sinora attivate — può inoltrare la propria domanda. «La dichiarazione Isee — precisa l’assessore Eligi — indica soltanto una priorità, non determina alcuna esclusione dalla campagna di incentivi». Il bando pubblicato dall’amministrazione comunale (moduli compresi) è disponibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico (in lungarno Mediceo sotto l’orologio), alle sedi delle circoscrizioni ed è scaricabile dal sito della Direzione ambiente: www.comune.pisa.it/ambiente.



0 Comments