Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Incentivi: San Giovanni Teatino finanzia fino a 1000 euro


IncentiviSAN GIOVANNI TEATINO - Abbattiamo l’inquinamento ed alleggeriamo il costo dei carburanti. Il consiglio comunale ha votato all’unanimità l’adesione del Comune di San Giovanni Teatino all’iniziativa del Ministero dell’Ambiente denominata I.C.B.I., iniziativa carburanti a basso impatto ambientale. L’iniziativa ha l’obiettivo di erogare contributi di 350 euro per la conversione di veicoli a benzina, euro 1 e 2 immatricolati dal 1993 al 2000, a Gpl o metano al fine di abbattere l’immissione in atmosfera di agenti inquinanti come il benzene.



Il gruppo dell’Unione per San Giovanni Teatino ha avanzato la proposta di articolare ed ampliare il contributo a favore dei cittadini fino a quasi 1.000 euro attraverso la promozione di accordi tra l’Amministrazione Comunale, impiantisti e stazioni di rifornimento con l’erogazione da parte dei soggetti coinvolti di un contributo aggiuntivo che permetta una larga diffusione dell’uso di Gpl e metano.
L’accordo da promuovere dovrebbe vedere in aggiunta ai 350 euro riconosciuti dal Ministero una quota di 350 euro a carico del Comune di San Giovanni Teatino, uno sconto di 200 euro dell’officina che provvede all’istallazione dell’impianto ed un buono di 100 euro di carburante messo a disposizione dalla stazioni di servizio.
Considerando che il costo di realizzazione degli impianti oggi varia dai 1.000 ai 1.600 euro si avrebbe un abbattimento considerevole per le autovetture di grande cilindrata ed una gratuità per le utilitarie.
«Uno sforzo congiunto e costruttivo di tutte le forze politiche», dicono i consiglieri Sandro Paludi e Alessandro Feragalli, «potrebbe rappresentare, realmente, una strada concreta alla realizzazione dei problemi del traffico e dell’inquinamento atmosferico ma è necessario avviare un dibattito che affronti tutti gli aspetti della mobilità delle persone e delle merci sul territorio, non limitandosi ad interventi efficaci ma puntuali e quindi limitati».

 

Fonte: http://www.primadanoi.it




0 Comments