Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Incentivi 2010: Opel li prolunga e li estende a GPL e metano


opelIn  aggiunta alle politiche commerciali a supporto dell’acquisto di autovetture, Opel lancia oggi i nuovi Ecoincentivi Opel che prevedono l’erogazione di un incentivo di 1.500€ per la rottamazione di vetture Euro 0, Euro 1 e Euro 2

, cioè immatricolate entro il 31 dicembre 2000. L’Ecoincentivo Opel è valido senza limiti di CO2.

Inoltre Opel è la prima Casa a estendere gli incentivi a tutela anche dei clienti interessati all’acquisto della gamma a GPL o metano. In questo modo, per i clienti che non hanno vetture da rottamare, ma vogliono acquistare una vettura Opel alimentata a GPL (GPL Tech) o metano (ecoM), la casa tedesca offre 1.500€ di incentivo.

L’offerta Opel si rafforza ulteriormente nel caso di acquisto delle versioni GPL-Tech di Meriva, Astra 5 porte e Station Wagon (esclusa Nuova Astra non disponibile in versione GPL-Tech) e Zafira (su questa l’offerta è valida anche sulle versioni a metano ecoM e ecoM Turbo). In questo caso gli incentivi Opel alla rottamazione e per GPL e metano sono addirittura cumulabili per un totale di 3.000€, che si sommano alle politiche commerciali previste sui singoli modelli.

“Abbiamo voluto tutelare tutti i clienti, anche quella parte sempre più importante, e pari a circa il 30% del mercato, dei clienti di vetture ad alimentazione GPL o metano” – ha dichiarato Roberto Matteucci, Amministratore Delegato di General Motors Italia.

“Se da una parte è certamente importante rinnovare il parco circolante in Italia, ancora oggi uno dei più vecchi d’Europa, per aiutare nel ridurre le emissioni nocive e, non

dimentichiamolo, aumentare anche la sicurezza degli automobilisti, dall’altro vogliamo tutelare il potere d’acquisto di tutti i nostri clienti e non solo di una parte di essi” – continua Matteucci. “E’ infatti vero che in questa fase transitoria, prima dell’auspicabile rinnovo, almeno parziale, degli incentivi statali, i clienti GPL e metano, se fossero esclusi dagli incentivi delle Case, potrebbero essere discriminati. Rischierebbero cioè di acquistare una vettura che dopo poche settimane risulterebbe svalutata di un valore pari a quello dei futuri incentivi statali per GPL e metano. La nostra soluzione ci è parsa quindi la più coerente e di maggiore tutela per i clienti. Oggi chi acquista vetture Opel, benzina, diesel, metano e GPL, sa che acquisterà un bene il cui valore sarà tutelato anche con il rinnovo degli incentivi statali.”




0 Comments