Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Empoli: 70mila euro di eco-incentivi dal Comune


IncentiviContributi a chi acquista auto e motorini a basso impatto ambientale. Li eroga il Comune di Empoli, che ha disposto un nuovo bando di eco-incentivi. I contributi saranno erogati fino all’esaurimento delle risorse

messe a disposizione dall’Amministrazione Comunale, vale a dire 70mila euro. La scadenza del bando (che ha valore retroattivo fino al 1 maggio 2009) è fissata al 31 dicembre 2010.

Si possono richiedere contributi per: acquisti di biciclette elettriche, ciclomotori euro 2 e motocicli euro 3, ciclomotori elettrici, autoveicoli elettrici o ibridi, nuovi di fabbrica, effettuati nel periodo 1 maggio 2009 – 31 dicembre 2010; trasformazioni a gpl o a metano di autovetture a benzina o autoveicoli di peso inferiore o uguale a 3,5 tonnellate, effettuati nel periodo 1 maggio 2009 – 31 dicembre 2010.

Sono ammessi al contributo i cittadini residenti nel Comune di Empoli e i soggetti giuridici privati che esercitano una attività di impresa o altra attività anche libero-professionale (per esempio le ditte individuali, gli studi professionali, le società di persone, le società di capitali ecc.) aventi la sede legale nel Comune di Empoli.

I veicoli acquistati o trasformati devono essere di proprietà di chi richiede il contributo. La stessa persona non può richiedere più incentivi per differenti tipologie di veicoli. Gli incentivi comunali non sono cumulabili con quelli statali.

L’entità dell’incentivo varia in base al tipo di veicolo e al tipo di operazione per la quale si fa richiesta. Si va dai 200 euro che possono essere riconosciuti all’acquisto di una bicicletta elettrica nuova, fino ai 6mila euro per chi sostituisce (con obbligo di rottamazione) il vecchio autoveicolo merci leggero (cioè di peso inferiore o uguale alle 3,5 tonnellate) con uno nuovo ad alimentazione elettrica o ibrida. Per chi, invece, vuol trasformare la propria auto a benzina in un’auto alimentata a metano o a gpl i contributi vanno da 700 a 1.000 euro.

Come noto, il maggiore impatto ambientale è provocato dai veicoli di più vecchia immatricolazione classificati, in base alla normativa Cee, come Euro 0, Euro 1 e seguenti. Ecco perché il Comune ritiene utile stimolare, da un lato, la trasformazione dei veicoli più datati con impianti di alimentazione a gpl o metano e, dall’altro, l’acquisto di veicoli con alimentazione elettrica o ibrida o di biciclette elettriche. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’aria e dell’ambiente.

Per maggiori informazioni e dettagli si consiglia ai cittadini interessati di consultare il bando e la modulistica per la presentazione della domanda, disponibili presso l’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp), in via G. del Papa 41, telefono 0571 980011.

Info e modulistica:




0 Comments