Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Disponibili gli incentivi 2009 per Gpl e metano


IncentiviDal 2 gennaio 2009 nella sezione Incentivi Mse 2009 sul sito del Consorzio Ecogas, è possibile prenotare (a cura delle officine specializzate e delle concessionarie) gli incentivi per la conversione a gas degli autoveicoli.

Hanno diritto al contributo le persone fisiche e giuridiche (queste ultime nei limiti della normativa comunitaria sul «de minimis») che trasformano il proprio autoveicolo a Gpl e metano presso un operatore, officina o concessionaria, che abbia aderito all'iniziativa di incentivazione. L'ammontare del contributo è di 350 euro per la conversione a Gpl e di 500 euro per quella a metano.

Come previsto dalle normative vigenti, è infatti disponibile per il 2009 un fondo di circa 102 milioni di euro, di competenza del Ministero dello Sviluppo Economico.
Gli autoveicoli oggetto dell'incentivazione sono gli M1: «trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente» e gli N1: «“trasporto merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t», appartenenti a qualsiasi categoria Euro.

Rientrano tra gli autoveicoli aventi diritto anche quelli acquistati nuovi dal concessionario già equipaggiati a Gpl o a metano ma non omologati anche a gas dal costruttore.

I contributi Mse vengono detratti sotto forma di sconto direttamente in fattura dall'officina di installazione o dal concessionario, ha spiegato Alessandro Tramontano, Direttore del Consorzio Ecogas, l'associazione che da anni, grazie ad un accordo di programma con il ministero dello Sviluppo Economico, gestisce la procedura di prenotazione e collabora per il monitoraggio e il controllo dell'erogazione dei contributi.
Per ottenerli gli aventi diritto devono rivolgersi a officine o concessionarie aderenti all'iniziativa che cureranno tutte le pratiche burocratiche chiedendo al beneficiario solo alcuni documenti. Il loro elenco è consultabile sul sito www.ecogas.it, alla voce Incentivi Mse.

Per le trasformazioni a Gpl e metano è stato inoltre adottato un listino prezzi massimi al pubblico che le officine aderenti si impegnano a non superare.

L'incentivo viene assegnato in ordine cronologico di prenotazione, ottenendo così l'impegno dell'importo corrispondente. Il collaudo dell'impianto perfeziona comunque la posizione di ogni singolo intervento.
Il Consorzio Ecogas, attraverso il proprio sistema informatico, gestisce il sistema di prenotazione cronologica dei contributi e raccoglie le adesioni di officine e concessionarie. Si occupa inoltre della verifica dell'applicazione degli incentivi e del listino e dell'espletamento di tutte le pratiche necessarie per il riconoscimento dell'incentivo. Per informazioni mette a disposizione degli automobilisti il numero verde 800 500 501.

Il Ministero dello Sviluppo Economico al raggiungimento dell'impegno dell'80% dello stanziamento ne dà avviso in Gazzetta Ufficiale, indicando la data di sospensione degli incentivi, che coincide con la sospensione delle prenotazioni. Raggiunto il 100% dell'utilizzo del fondo, viene attivata una lista d'attesa in ordine cronologico delle richieste di contributi, convalidate solo in presenza di fondi residui.

Gli incentivi Mse non sono retroattivi per le operazioni di trasformazione concluse in assenza di incentivi.

Fonte: Consorzio Ecogas


0 Comments