Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Nuova Fiat Panda: anteprima mondiale a Francoforte in attesa delle versioni metano e gpl


NuovaPandaFiat presenta al Salone di Francoforte  la nuova Panda, coerente evoluzione di una cittadina di successo che in  31 anni di vita è sempre stata sinonimo di design funzionale,  maneggevolezza, spazio, affidabilità e comfort.    

Panda è tutto questo  e qualcosa di più: un brand ricco di valenze razionali ed emotive, che  ha saputo conquistare oltre 6,5 milioni di automobilisti, fornendo  soluzioni semplici ma intelligenti ai bisogni concreti della mobilità  quotidiana. A bordo di Panda tutto è più facile. È più facile muoversi,  parcheggiare, avere il giusto spazio e modularlo a piacimento, sentirsi a  proprio agio e relazionarsi con gli altri. Soluzioni di sostanza che si  traducono in una filosofia di vita. Del resto, prima di essere un'auto,  Panda è un'idea che ha generato un altro modo di vivere l'auto in  completa libertà. Si perché, ieri come oggi, chi sceglie Panda è libero  dagli schemi, dalle mode e dalle etichette. In un certo senso si può  dire che è una vettura "anticonformista" che fin dalla sua prima  generazione ha saputo stupire con soluzioni semplici ma non per questo  scontate. Anzi, proprio la sua vocazione alla semplicità strutturale e  realizzativa le consente ora di evolvere ulteriormente senza mai perdere  la sua vera natura di vettura rivoluzionaria. Basti pensare che è stata  la prima vettura di questo segmento a fregiarsi del prestigioso titolo  "Car of The Year 2004"; la prima compatta, con una lunghezza inferiore a  4 metri, a introdurre una motorizzazione diesel (1986); la prima a  proporre sia la trazione integrale (1983) sia ad offrire una gamma  motori attenta all'ambiente e ai consumi (nel 1990 è stata  commercializzata la Panda Elettra, una delle prime vetture elettriche);  la prima city-car 4x4 a raggiungere il campo base avanzato dell'Everest a  5.200 metri (2004).

NuovaPanda_01 NuovaPanda_02 NuovaPanda_03 NuovaPanda_04 NuovaPanda_05

Con la terza generazione, Panda giunge alla  piena maturità, compiendo un ulteriore salto qualitativo in tema di  comfort, tecnologia e dotazioni di sicurezza, e mostrandosi in una nuova  veste dalla linea moderna ed armoniosa. Senza però rinunciare a  quell'anima "sbarazzina" e tutto-fare che da sempre la contraddistingue.

Partendo dal concetto che ognuno di noi ha esigenze diverse, la  nuova Panda sfrutta al massimo lo spazio interno, minimizzando gli  ingombri. Pur continuando ad essere un'auto molto compatta, Panda cresce  di pochi centimetri per garantire il raggiungimento dei più alti  standard di sicurezza e migliorare ulteriormente la generosa abitabilità  e la capienza del bagagliaio. Lunga 365 centimetri, larga 164 e alta  155, la nuova Panda può ospitare comodamente fino a cinque persone ed è  dotata di un vano portabagagli tra i più capienti del segmento. Inoltre,  la modularità dello spazio si arricchisce grazie ai numerosi vani  portaoggetti e  alle diverse configurazioni dei sedili anteriori e  posteriori. Del resto, ognuno ha il proprio stile di vita, un rapporto  personale con i propri oggetti, ha un modo tutto suo di distribuirli  nello spazio. E di ritrovarli. In questo senso, quindi, il nuovo modello  è un luogo da riempire in modo del tutto personale ma al tempo stesso è  un luogo che si è felici di condividere con gli altri.

Ancora una  volta, Fiat sposta l'asticella più in alto per confermarsi protagonista  dell'evoluzione del segmento delle super-compatte, dove tanta parte di  storia porta il suo nome: dalla prima 600 alla 500, dalla 126 alla prima  Panda, dalla Cinquecento alla Seicento, dalla seconda generazione di  Panda (2003) alla nuova 500 lanciata nel 2007. C'è sempre stata una  city-car Fiat accanto alla gente, adesso è di nuovo tempo di Panda, la  cui produzione inizierà nell'ultimo trimestre del 2011.

Stile rinnovato all'insegna della funzionalità

Disegnata ispirandosi alle tendenze più  moderne, la nuova Panda propone un elegante aggiornamento stilistico  degli esterni attraverso linee morbide e arrotondate su un volume di  forma regolare e di grande efficienza per lo spazio.  Ecco allora un  frontale dalla forte personalità dove il cofano leggermente "bombato"  sposa l'elegante calandra orizzontale e i nuovi proiettori anteriori  dalla forma arrotondata, sottolineati da un elemento supplementare  separato con funzione "luce diurna" (Daytime Running Lights).

Novità  anche in vista laterale dove sono riletti alcuni tratti distintivi della  seconda generazione di Fiat Panda: ad iniziare dal terzo finestrino,  oggi con gli angoli smussati in accordo con le linee più morbide degli  esterni, che crea un effetto di superfici vetrate ininterrotte fino ai  proiettori posteriori verticali. Forme morbide e arrotondate anche per  le fasce paracolpi presenti su paraurti e fiancate che, oltre a rendere  omaggio alla prima generazione di Fiat Panda, accentuano il look  "all-terrain" del modello rafforzato anche dai marcati passaruota.  Infine, come sulla serie attuale, la porzione inferiore del portellone  sporge rispetto al lunotto: ciò, unito alla linea della fiancata, dà  l'impressione di un padiglione appoggiato sulla carrozzeria.

Gli  interni riprendono con coerenza le scelte stilistiche degli esterni e  propongono un abitacolo spazioso, funzionale e confortevole, che poco ha  da invidiare a quello di vetture di categoria superiore. Del resto, da  sempre il modello Panda fa della flessibilità uno dei suoi punti di  forza, come dimostrano il sedile posteriore, che può essere sdoppiato e  scorrevole, e lo schienale del sedile del passeggero anteriore, che si  può ripiegare a formare un tavolino. Tale equipaggiamento, esclusivo per  la categoria, in abbinamento all'opzione "cargo box" per il bagagliaio,  permette di ottenere uno spazio di carico pressoché piatto per  sfruttare tutta la lunghezza dell'abitacolo.

La nuova plancia è  concepita come un pratico guscio polifunzionale al cui interno è stato  ricavato un ampio "tascone" portaoggetti, proprio come nella prima serie  del modello. Il guscio è avvolto in una cornice colorata, elemento  senza soluzione di continuità, che fa da perimetro unico al volante,  alla radio e ai comandi principali, e che ospita le bocchette di  ventilazione e l'airbag passeggero. Anche qui troviamo un rimando alla  prima generazione di Panda, dove gli elementi risultavano avvitati al  "marsupio" in tessuto, che costituiva la parte principale della plancia.
Insomma,  è un'auto destinata a sorprenderci continuamente per la sua capacità di  trasformarsi secondo le situazioni e adattarsi alle esigenze di chi la  utilizza sia come guidatore che come passeggero. Del resto, è nel DNA di  Fiat offrire stile originale, tecnologia avanzata resa accessibile a  tutti e soluzioni intelligenti che semplificano e migliorano la vita a  bordo.

Qualità e affidabilità ai massimi livelli

Un progetto che fin dall'inizio aveva un  solo obiettivo: migliorare, in senso "evolutivo", un modello di  successo e confermare Fiat come leader indiscusso della categoria delle  city-car. Per questo, Fiat ha puntato alla massima qualità lungo  l'intero processo di sviluppo del prodotto e della sua  ingegnerizzazione.

Per accogliere la nuova Panda, è stata costruita  una nuova linea produttiva nello stabilimento "Giambattista Vico" di  Pomigliano D'Arco (Napoli), una realtà industriale all'avanguardia che  applica appieno i principi e i metodi del World Class Manufacturing. Si  tratta dell'insieme dei processi avviati nelle fabbriche del Gruppo Fiat  e dei suoi fornitori, volto alla riduzione delle inefficienze e  all'ottenimento degli obiettivi di "zero incidenti, zero difetti, zero  stock, zero break-down".
Le innovazioni operative introdotte nei  vari reparti garantiscono modularità e flessibilità che, unite al  miglioramento dell'ergonomia e della sequenza delle operazioni di  montaggio, hanno come scopo l'ottimizzazione della qualità costruttiva e  dell'affidabilità del modello.
In dettaglio, nel reparto Lastratura  sono presenti una dorsale produttiva con linee automatiche e flessibili  concepite per alimentazione diretta dei sottogruppi (logistica "zero  forklifts"); l'Open Gate per la formazione del body composto da 14 robot  che eseguono 84 punti di saldatura contemporaneamente; e  la ferratura  automatica ("hanging line"), cioè l'applicazione delle parti mobili  (porte, portellone e cofano) alle scocche, attraverso l'utilizzo di 603  robot di nuova generazione.
Le novità continuano al Montaggio dove  spiccano la "trim line" con skillet ad altezza variabile; il "flex  decking" per il carrozzamento automatico della vettura; e i ganci  girevoli in diverse stazioni della dorsale.
Infine, nella sala  metrologica una serie di calibri e macchine di misura consentono di  verificare la conformità a progetto dei particolari misurando, ad  esempio per la scocca, circa 2000 punti per i pezzi già formati e fino a  3000 per i pezzi stampati. Grazie poi alle attrezzature "Meisterbock" e  Master di Montabilità è possibile simulare l'assemblaggio per tutte le  parti di scocca e di carrozzeria riuscendo ad analizzare perfettamente  tutte le zone di accoppiamento.
Oltre alla qualità costruttiva, la  nuova Panda si fa ora apprezzare anche per la cura nella selezione dei  materiali, per l'accostamento e la scelta dei colori, per le rifiniture  degli interni. Il risultato è un abitacolo di qualità dove tutto ciò che  si vede e si tocca è sempre gradevole alla vista e al tatto.

Abitabilità e comfort ai vertici del segmento

Proposta solo a cinque porte e con  un'abitabilità da segmento superiore, la nuova Panda si conferma una  vera supercompatta. Le ridotte dimensioni esterne, in rapporto al volume  interno, sono una qualità preziosa per un'auto destinata principalmente  all'utilizzo in ambito urbano.

Ma nuova Panda sa fare di più.  Dispone infatti di tutte quelle caratteristiche dinamiche e di comfort  che le permettono di affrontare comodamente percorsi extra-urbani più  lunghi ed impegnativi: facilità di guida, impostazione dei comandi e  dell'arredamento razionale ed ergonomica, numerosi spazi per riporre gli  oggetti, oltre all'impiego di sedili con schienali "sottili" che  contribuiscono a migliorare i valori di accessibilità e comfort per i  passeggeri posteriori. Infine, la posizione della leva del cambio al  centro della plancia, la seduta rialzata e le ampie superfici vetrate  garantiscono a guidatore e passeggeri un'ottima visibilità e dominio  della strada.

La dinamica di marcia è supportata da un collaudato ed  affidabile schema delle sospensioni: anteriore "a ruote indipendenti"  di tipo McPherson, posteriore "a ruote interconnesse" (semindipendenti)  con assale torcente.

Motori all'avanguardia e sistemi "eco-friendly"

Pratica ed affidabile, Fiat Panda è una  vettura ricca di sostanza che vanta motorizzazioni all'avanguardia sia  per prestazioni sia per consumi ed emissioni.

Tra i propulsori in  gamma spiccano i nuovissimi motori bicilindrici: il 0.9 TwinAir Turbo da  85 CV, nominato "International Engine of the Year 2011", ed il 0.9  TwinAir Aspirato da 65 C, dotati entrambi di sistema Start&Stop di  serie che gestisce lo spegnimento temporaneo del motore e il suo  successivo riavvio in modo da ridurre il consumo di carburante e le  emissioni di CO2.

Completa la gamma dei propulsori benzina disponibili al lancio il rinnovato 1.2 Fire da·69 CV.

L'eccellenza  motoristica della nuova Panda continua con il 1.3 Multijet II da 75 CV  con Start&Stop di serie. Appartenente alla seconda generazione della  famiglia Multijet, il propulsore è dotato di iniettori più veloci  capaci di compiere iniezioni multiple ravvicinate. In particolare, è  possibile effettuare un'iniezione principale di carburante modulata in  più fasi distinte ed anticipare le successive. Il sistema Multijet II è  in grado di gestire fino a 8 iniezioni per ciclo, grazie alla nuova  servovalvola con otturatore bilanciato, offrendo maggiore velocità,  flessibilità e precisione nelle diverse fasi di funzionamento.

Seguiranno  poi le motorizzazioni bifuel 0.9 TwinAir Turbo Natural Power da 80 CV  (benzina/metano) e 1.2 EasyPower da 69 CV (benzina/GPL) che confermano  la costante attenzione di Fiat Automobiles alle tematiche ambientali,  attraverso la ricerca e lo sviluppo di soluzioni prontamente  accessibili.

In perfetta sintonia con lo spirito "eco-friendly", la  nuova Panda offre anche il Gear Shift Indicator (GSI), un vero e proprio  "copilota" che suggerisce in modo discreto al guidatore quando  effettuare il cambio marcia per ottimizzare l'uso del propulsore e  ridurre quindi i consumi.

Una Panda per tutti

Al lancio, il nuovo modello sarà  disponile con trazione anteriore - successivamente debutterà la Panda  4x4 - e offrirà una gamma composta da: 4 motori, 3 allestimenti, 10  colori di carrozzeria, 4 ambienti interni, 2 coppe copriruota e 2 cerchi  in lega da 14 e 15 pollici per un totale di oltre 600 combinazioni.

A  garanzia della sicurezza degli occupanti, il nuovo modello propone di  serie 4 airbag (anteriori e a tendina), ABS completo di B.A.S. (Brake  Assist System), cinture di sicurezza anteriori con pretensionatore e  limitatore di carico, attacchi Isofix per seggiolini bimbi, poggiatesta  anteriori "anti-whiplash", poggiatesta posteriori e proiettori anteriori  con funzione "luce diurna" (Daytime Running Lights).

Inoltre, il  nuovo modello offre dispositivi esclusivi nella categoria: dal  nuovissimo "Blue&Me-TomTom LIVE" al tetto elettrico trasparente  "Skydome" di grandi dimensioni, dall'impianto Hi-Fi completo di lettore  CD/MP3 al servosterzo elettrico Dualdrive con funzione "City" di serie.

In  particolare, per  guidare in assoluta tranquillità nel traffico  cittadino la nuova Panda propone il dispositivo "Blue&Me TomTom   LIVE" che unisce i vantaggi di un sistema di infotainment integrato e  connesso a quelli di un navigatore portatile, spalancando le porte alla  connettività.

"Blue&Me TomTom  LIVE"  consentirà ai clienti di  nuova Panda l'utilizzo del cellulare e del media player in totale  sicurezza senza staccare le mani dal volante, ed un'esperienza di  navigazione assolutamente unica con la sua posizione integrata in  plancia e le più accurate informazioni sul traffico aggiornate in tempo  reale.

Successivamente al lancio sarà disponibile, in abbinamento  alla motorizzazione TwinAir, la trasmissione automatica robotizzata  Dualogic. Inoltre, già dal primo anno di vita, sarà possibile richiedere  un innovativo sistema di frenata che, a velocità inferiori ai 30km/h, è  in grado di rilevare ostacoli a distanza ravvicinata e frenare  automaticamente.

Tante versioni ricche di contenuto, quindi, che  permettono ad ogni cliente di scegliere la propria Panda su misura e di  aggiungere poi un ulteriore tratto distintivo e personale, scegliendo  nel lungo elenco degli optional, dei pacchetti e degli articoli della  Lineaccessori.

Queste caratteristiche fanno di nuova Panda una  "grande" vettura che, tra l'altro, ha un altissimo controvalore grazie  alla combinazione di contenuti elevati e costi di esercizio ridotti.




0 Comments