Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Inaugurazione Bike Expo: grande interesse per lo scooter a idrogeno


Si è aperta il 18 Gennaio la 14.a edizione del Bike Expo di Padova, la manifestazione fieristica organizzata dalla C&C di Venezia in collaborazione con Padova Fiere, dedicata al mondo delle due ruote, alle custom, agli accessori e all’abbigliamento per i centauri. Oltre 600 gli espositori (dei quali l’11% proveniente dall’estero), 60.000 metri quadrati di aree espositive al coperto e 30.000 di aree esterne dove si alternano esibizioni, test e manifestazioni sportive. Nella prima giornata si è registrato un incremento di pubblico di oltre il 20% rispetto all’edizione 2007.


ggi ha destato grande interesse la presentazione degli scooter a idrogeno, visibili al padiglione 6. “Si tratta di un motore sperimentale e assolutamente in fase evolutiva” ha spiegato Alessandro Graizzaro di Environment Park di Torino, che ha seguito lo sviluppo dalla fase sperimentale alla sua attuazione pratica. “Il motore è silenzioso con emissioni di solo vapore acqueo ed è efficiente ed affidabile. Oggi il principale problema da risolvere è lo stoccaggio dell’idrogeno. Abbiamo scelto – prosegue Graizzaro – di utilizzare delle bombolette del peso di circa 2,5 Kg, simili a bottigliette da mezzo litro all’interno delle quali c’è una polvere metallica in grado di assorbire l’idrogeno fino al 2 %. Ma, già oggi, esistono polveri in grado di assorbire fino al 9 %. L’autonomia è di circa tre ore e garantisce oltre 100 chilometri di percorrenza.

Il motore raggiunge una potenza di 1,5 KW. Le prestazioni sono assimilabili a quelle di un “cinquantino”. Ma ci sono sicuramente margini di miglioramento.

Oggi il costo è sui 6.000 Euro, ma con la commercializzazione questi diminuirebbero sensibilmente; potrebbero addirittura essere inferiori agli scooter tradizionali”.

Laura Milani, Direttore ed Amministratore Delegato dell’Istituto d’arte applicata e design di Torino che ha collaborato alla realizzazione del scooter a idrogeno ha spiegato la scelta del design, un po’ retrò, “un modo per colpire il pubblico e attrarne l’attenzione, richiamando le immagini delle moto da corsa dei tempi John Surtees e Mike Hailwood”.

Altra conferenza che ha riscosso molto interesse è stata quella del “Marco Polo Team” che, in collaborazione con BMW Motorrad Italia, ha presentato la nuova grande avventura del 2008, la "Wild Africa Motoraid".

La struttura è la stessa che ha realizzato nel 2007 la "Transiberiana Motoraid" e che ha visto tre motociclisti, Michele Orlando di Padova, Carlo Mascarin di Venezia e Maurizio Benvenuti di Roma, impegnati nel massacrante raid, partito il 3 agosto da Piazza San Marco e finito il 19 settembre a Hiroshima dopo aver percorso oltre 20.000 chilometri. I motociclisti hanno attraversato: Austria, Ungheria, Ucraina, Bielorussia, Russia, Mongolia e Giappone, seguendo l'itinerario della mitica transiberiana, la ferrovia più lunga del mondo. 

Il Marco Polo Team, è quindi pronto per la sfida della prossima estate, quando il gruppo guidato da Miche Orlando, al quale si aggiungerà anche il veneziano Paolo Zancan, andrà alla scoperta dell'ultima parte dell'Africa veramente incontaminata, tra popolazioni primitive, animali selvaggi e panorami di incomparabili bellezza.

Il tracciato 2008 è quasi tutto fuoristrada e lungo diverse migliaia di chilometri. Anche questa volta le moto saranno fornite e allestite da BMW Motorrad Italia che ha preparato quattro nuovissime BMW F800GS. Il raid anche in questa circostanza avrà fini benefici mirante a sostenere l'attività di “Medici con l'Africa Cuamm”, organizzazione non governativa di Padova che da anni garantisce l'appoggio all'ospedale di Wolisso in Eitopia, struttura che il Marco Polo Team raggiungerà durante il suo raid.    

Ultima conferenza di oggi è stata quella del Misano World Circuit che oltre a rendere noti i programmi sportivi per il 2008 ha anticipato alcune interessanti novità riguardo l’uso del circuito da parte di privati. Una speciale assicurazione dal costo di soli 120 Euro all’anno, coprirà tutti i rischi connessi all’attività amatoriale oltre che sul circuito di Misano anche su tutte le altre piste d’Italia. L’entrata in funzione del nuovo centro di fisioterapia diretto dal dottor Eraldo Berardi, orientato alla riabilitazione sportiva e alla terapia fisica, rivolta in particolare a coloro che sono reduci da cadute da moto.

Infine una scuola guida per il conseguimento delle normali patenti di guida ma che in più offre una preparazione specifica nell’utilizzo dell’auto o della moto in situazioni critiche.

Domani sarà una giornata estremamente ricca di appuntamenti; nelle aree esterne si terranno esibizioni e manifestazioni sportive a ciclo continuo di Enduro, Motocross (sia attuale sia d’epoca) e supermotard Freestyle.

Alle ore 11.00 al padiglione 14 si svolgeranno le premiazioni delle classifiche speciali del Campionato Italiano di Velocità ad altri trofei nazionali.

Proseguono nella sala Carraesi, all’interno del quartiere espositivo, le manifestazioni promosse dalla Federazione Motociclistica Italiana sulla Sicurezza Stradale che culmineranno alle ore 14,30 con la Tavola Rotonda nazionale organizzata da Bike Expo, nella sala conferenze del padiglione 7 che ha come titolo “Strade più sicure e prevenzione incidenti: cosa si è fatto, cosa c’è da fare. Confronto fra istituzioni e associazioni”. Interverranno il Ministero dei Trasporti, insigni studiosi e ricercatori e numerose associazioni impegnate su questo tema.

Alle 17.00 al padiglione 14 avranno inizio le selezioni per l’elezione di Miss Grand Prix che vedrà sfilare sulla passerella le pretendenti al titolo 2008.

La serata si chiuderà con il grande spettacolo della prima prova del Campionato Italiano di trial indoor che si terrà nel padiglione 11 (dalle ore 21.00).

  

Fonte: http://www.motocorse.com




0 Comments