Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Ginevra 2012: Nissan LEAF Nismo RC, emissioni zero sui circuiti di gara


NISSAN_LEAF_NISMO_RCAll'edizione 2012 del Motor Show di Ginevra, Nissan  presenta Nissan LEAF Nismo RC, veicolo elettrico progettato per correre  in pista che ridefinisce totalmente l'immagine delle auto a emissioni  zero.

In coda, dove s'innesta  l'enorme alettone, la scritta "Nissan LEAF" indica che il sistema di  propulsione della vettura - la sofisticata batteria agli ioni di litio e  il motore - Ŕ lo stesso di Nissan LEAF, primo veicolo elettrico per il  mercato di massa. Nonostante alcune differenze (porte e sedili  posteriori, bagagliaio, impianto audio, navigatore e tappeti), a Nissan  LEAF si ispira anche il look. Ma le analogie tra la versione prodotta in  serie e Nissan LEAF Nismo RC finiscono qui. Le iniziali RC, acronimo di  Racing Competition, indicano al di lÓ di ogni dubbio che l'auto Ŕ nata  per la competizione. Ma in questo caso l'agonismo assume una nuova  connotazione ecologica.

Lanciata  sul mercato europeo nel 2011, Nissan LEAF Ŕ giÓ leader mondiale della  mobilitÓ a emissioni zero. Oggi Nissan la ripropone in versione "da  gara" per dare un'idea delle future applicazioni delle auto elettriche.

Nissan  LEAF Nismo RC incarna i valori del marchio Nismo, la leggendaria  azienda sportiva di Nissan, e il know-how ingegneristico che anima le  performance della GT-R nei campionati Super GT e FIA GT1. ╚ una sorta di  "laboratorio mobile" per studiare le tecnologie e l'aerodinamica dei  veicoli elettrici in un contesto estremo come l'automobilismo sportivo.

Una vera auto da corsa

Nissan  LEAF Nismo RC ha un telaio monoscocca in fibra di carbonio ed Ŕ  progettata e realizzata come una vera auto da corsa. La carrozzeria in  tre parti consente di separare le sezioni anteriore e posteriore. Altre  caratteristiche sono i finestrini fissi, i gruppi ottici a LED sul  frontale e in coda. Gli esperti del Nissan Global Design Center hanno  utilizzato come base di partenza Nissan LEAF prodotta in serie per  realizzare questa versione da corsa a due porte. La tinta esterna Ŕ  bianco solido su cui spiccano le scritte azzurre "Nismo/Zero Emission".

Rispetto  alla Nissan LEAF stradale, la variante Nismo RC Ŕ pi¨ lunga di 20 mm,  pi¨ larga di 170 mm e ha ridotto il passo di 99 mm. Ma il valore pi¨  sorprendente Ŕ l'altezza, ribassata di 350 mm. La distanza da terra Ŕ di  60 mm, contro i 160 mm del modello prodotto in serie. E il peso del  veicolo Ŕ stato alleggerito circa del 40%.

Anche  la configurazione interna di Nissan LEAF Nismo RC differisce molto  dalla "normale" LEAF. Batteria, motore e inverter sono stati spostati in  posizione centrale e la trazione non Ŕ pi¨ anteriore ma posteriore. Le  sospensioni sono a doppia traversa su entrambi gli assali. Nissan LEAF  Nismo RC consente la regolazione del bilanciamento della frenata da  parte del pilota. Gli pneumatici, ovviamente, sono da corsa: Bridgestone  P225/40R18.

Come la pluripremiata  Nissan LEAF, la versione Nismo RC Ŕ alimentata da una batteria compatta  agli ioni di litio, formata da 48 moduli, e da un motore sincrono in  c.a. altamente reattivo che sviluppa 80 kW e 280 Nm. La ricarica all'80%  della capacitÓ impiega 30 minuti, attraverso la presa rapida sotto la  carenatura posteriore. Prima vettura da corsa senza terminali di  scarico, Nissan LEAF Nismo RC non emette CO2 nÚ altri gas in fase di utilizzo ed Ŕ totalmente silenziosa.

In  prova, Nissan LEAF Nismo RC ha toccato la velocitÓ massima di 150 km/h,  accelerando da 0 a 100 km/h in 6,85 secondi. In condizioni di gara, la  batteria a piena carica ha un'autonomia stimata di circa 20 minuti.

Nel  giugno del 2011, Nissan LEAF Nismo RC si Ŕ misurata sui 13,6 km di  tracciato del Circuit de la Sarthe, in Francia, prima della 24 Ore di Le  Mans. Il mese successivo ha partecipato al Goodwood Festival of Speed,  celebre manifestazione velocistica sulle colline inglesi. Di recente ha  dimostrato il suo potenziale esplosivo all'Autodromo di Dubai di fronte a  un pubblico di giornalisti internazionali.




0 Comments