Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Le Primarie della Sostenibilità Mercedes-Benz a Milano, Roma e Palermo


Primarie della MobilitàAl via le votazioni delle Primarie della Sostenibilità.
Per la prima volta una casa automobilistica decide di definire le proprie strategie coinvolgendo direttamente gli italiani. Sono i cittadini a scegliere il progetto di sostenibilità ambientale, che verrà reso concreto ed operativo da Mercedes-Benz Italia nel corso del 2009.

Oltre a Bologna, anche Roma, Milano e Palermo partecipano alle Primarie.
Infatti, da domani al 14 dicembre, Piazza Oberdan a Milano, Giardini di Corso Francia (incrocio via Flaminia e via Cassia) a Roma e Piazza Unità d'Italia a Palermo si trasformeranno nei palcoscenici ideali per lo spazio Mercedes-Benz che accoglie i cittadini chiamati a scegliere tra 6 progetti, selezionati tra 40 idee sviluppate da interlocutori chiave dell'azienda quali, ad esempio, dipendenti, fornitori, istituzioni, associazioni e ONG. I progetti posso essere votati anche sul sito primarie.mercedes-benz.it.

Le Primarie della Sostenibilità Mercedes-Benz a Milano
Nell'ambito dell'appuntamento milanese, Mercedes-Benz ha coinvolto Edoardo Croci, Assessore alla Mobilità del Comune di Milano. Vicedirettore dello IEFE (Istituto di Economia e Politica dell'Energia e dell'Ambiente), Croci è un tecnico prestato alla politica.
Suo è il progetto "Mobilità Sostenibile d'Impresa: le PMI scelgono l'ambiente", attraverso il quale ha ipotizzato la creazione di una rete tra le piccole e medie imprese sul territorio per contribuire a risolvere i problemi di mobilità.

Edoardo Croci ha dichiarato: "Grazie alla progressiva attuazione del Decreto del 1998 sulla mobilità sostenibile, cominciano a vedersi gli effetti sulla salubrità dell'aria. Nel 2008 è migliorata nei capoluoghi di Provincia italiani la qualità dell'aria con un calo dell'11% del numero di giorni di superamento del livello di PM10. Importante da questo punto di vista è stata la figura del mobility manager, che nelle grandi aziende ha il compito di identificare soluzioni per ottimizzare gli spostamenti dei dipendenti. Ciò non vale per le micro, piccole e medie imprese che costituiscono il tessuto economico del nostro Paese. Il progetto intende mettere a disposizione di queste aziende le conoscenze necessarie per avviare programmi di mobilità sostenibile. Un sito web dedicato fornisce idee, strumenti, casi di eccellenza, formazione e soprattutto l'opportunità di fare' rete e sistema".

Le Primarie della Sostenibilità Mercedes-Benz a Roma
Nella Capitale, Mercedes-Benz ha coinvolto Fabio Orecchini, docente di Sistemi Energetici alla Sapienza di Roma. Il Prof. Orecchini è anche fondatore ed animatore del Gruppo Energia Ambiente (GEA) del Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile (CIRSS).
Suo è il progetto "Obiettivo Zero: sostegno alla ricerca per abbattere le emissioni", attraverso il quale ha ipotizzato la creazione di una rete di competenze nelle università italiane per sviluppare tecnologie a basso impatto ambientale.

Fabio Orecchini ha dichiarato: "In Italia vige dal 1998 un Decreto del Ministero dell'Ambiente sulla mobilità sostenibile nelle aree urbane che, accanto all'obbligo di risanamento e tutela della qualità dell'aria imposto alle Regioni, introduce nuove normative. Ma è solo con lo sviluppo della ricerca e dei brevetti applicabili al concetto di mobilità sostenibile che sarà possibile centrare gli obiettivi del Protocollo di Kyoto.
La proposta concreta è quella di affidare ad un'università italiana il compito di contribuire alla sperimentazione ed allo sviluppo di tecnologie a basso impatto ambientale. Una città come Roma ne potrebbe beneficiare: l'obiettivo è favorire la mobilità sostenibile, realizzare brevetti che trovino applicazione anche al di fuori del settore automobilistico contribuendo ad incentivare la ricerca scientifica e tecnologica in Italia creando nuove opportunità di lavoro".

Le Primarie della Sostenibilità Mercedes-Benz a Palermo
A Palermo, Giulia Galluccio del Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici è la figura chiave dell'appuntamento con le Primarie della sostenibilità Mercedes-Benz. Galluccio contribuisce ad approfondire le conoscenze nel campo della variabilità climatica.
Suo è il progetto "SosteniBIMBI: partire dai più piccoli per preparare il futuro", una proposta di comunicazione integrata per le giovani generazioni.

Giulia Galluccio ha dichiarato: "Secondo recenti stime della FAO, entro il 2080 i cambiamenti climatici accresceranno il tasso di povertà e di incidenza delle malattie di alcune regioni europee. La diminuzione dei raccolti, la carenza d'acqua e la mancanza di cibo saranno a loro volta elementi decisivi. Tra le aree a maggiore rischio c'è la Sicilia. E' quindi necessario un progetto che sappia incidere sulle abitudini dei cittadini, cominciando dalle comunità locali. E partendo dai giovani.
Il progetto prevede la realizzazione di una serie di strumenti didattici capaci di rappresentare in modo semplice la mobilità sostenibile, al fine di incoraggiare i ragazzi ad interrogarsi sulle proprie abitudini, fornire idee e soluzioni per ridurre l'impatto ambientale e generare sforzi comuni per tradurre in pratica le soluzioni identificate. E' necessario realizzare una vera e propria rete che coinvolga scuole, governo nazionale ed enti locali, tecnici ed educatori, per elaborare delle linee guida condivise ed operative".

Nell'epoca del cittadino consum-attore, questa iniziativa è la miglior espressione di una strategia autenticamente sostenibile, in grado di portare benefici concreti nel medio e lungo periodo.

Questo inedito approccio alla responsabilità sociale va ad integrarsi nella strategia globale TrueBlueSolutions di Mercedes-Benz, che punta ad arrivare ad una mobilità a zero emissioni entro il 2012.



0 Comments