Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pių informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Rally di Montecarlo 2011: i Campioni Italiani Di Bella e Collovā


ds3-montecarlo_1Con il numero di gara 42 l'equipaggio Campione d'Italia e portacolori  del team RaceBioConcept Vincenzo Di Bella - Cristian Collovā hanno preso  parte alla 5a edizione del rally di Montecarlo riservato alle vetture      

moderne alimentate a carburanti ed energie alternative.

L'equipaggio,  giā alla sua 4a edizione del Montecarlo, ha affrontato la prestigiosa competizione con una  Citroen DS3 1.6 HDI 110 CV Sport alimentata a Biodiesel fornito come di  consuetudine dalla Novaol.

ds3-montecarlo_3Come di consuetudine non sono mancati i  problemi di natura tecnica: "...un cablaggio errato ha impedito il corretto funzionamento del Tripmaster (il computer di gara) installato a bordo  della vettura proprio davanti il secondo pilota ed indispensabile per  rendere competitivo l'equipaggio durante le fasi importanti della  manifestazione - racconta il navigatore Cristian Collovā"

Nonostante ciō la classifica parla chiaro: 18  assoluti su 89 equipaggi arrivati a fine corsa. Un risultato importante  che conferma tutti i progressi e l'impegno di tutto il team e che le strategie studiate in anni di gare si stanno rilevano sempre pių determinati per i risultati.  Infatti sono stati solo 90 i punti di penalitā (record personale dell'affiatato equipaggio).

"Il rally, durante i tre giorni di svolgimento č stato un vero successo:  divertente, appassionante, spettacolare ed in certi momenti sembra di  correre un vero rally di velocitā - racconta il pilota Campione Italiano 2010 Di Bella - ds3-montecarlo_2Ma il fascino del "Montecarlo" sta  proprio in questo: sfacciatamente vero e intenso, proprio come una vera  competizione di velocitā. Peccato per i soliti (tipici) errori al  rifornimento che vanificano qualsiasi sforzo nei confronti della guida  ecologica.

La soddisfazione nel concludere tra i primi 20 č unica  e indimenticabile: "il prossimo anno saremo ancora qui, pronti alla  nuova sfida. Chissā con quale numero di gara?"




0 Comments