Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Eco Targa Florio 2010: la CSAI rettifica dopo la segnalazione di Ecomotori.net


ecotarga_2010Eravamo stati gli unici nell'intero panorama dell'informazione a dare la corretta comunicazione in riferimento ai reali vincitori della 4a edizione della prestigiosa Eco Targa Florio Green Prix e dopo aver opportunamente segnalato l'inesattezza ai vertici Fia-Csai è arrivata puntuale le rettifica da parte della CSAI.    

ALLA ECO TARGA FLORIO GREEN PRIX LA CLASSIFICA GENERALE PREMIA LIVERANI-STRADA SU FIAT CROMA JTD BIODIESEL

Palermo - La certezza di un grande successo, a partire dall'alto  numero di Case automobilistiche presenti ufficialmente, chiude la Eco  Targa Florio Green Prix 2010. Giunta alla quarta edizione, disputata  lungo le mitiche strade del Grande e Piccolo Circuito delle Madonie e  conclusasi domenica scorsa a Cefalù (PA), la competizione internazionale  riservata a vetture a energia alternativa è prova valida per la FIA  Energies Alternative Cup, il “Mondiale dell'innovazione”, ed è  organizzata dalla Fondazione Targa Florio, con il supporto sportivo  dall’Automobile Club Palermo, in collaborazione con ACI-CSAI e ACI  Sport. Basata su prove di regolarità e consumo, nelle due giornate di  gara la “carovana verde” ha percorso oltre 500 chilometri, contando su  una straordinaria partecipazione ufficiale da parte di numerose case  automobilistiche, alcune delle quali, come Porsche, si sono distinte in  determinate categorie, oltre a quella di tanti ospiti di rilievo e di  diversi professori ed esperti del settore, che hanno ribattezzato la Eco  Targa Florio come un vero e proprio “laboratorio del futuro”.

Venendo ai risultati delle varie classifiche, per quanto riguarda la  classifica generale che attribuisce i punti FIA (combinata regolarità e  consumo), la vittoria è andata all'equipaggio romagnolo composto da  Massimo Liverani e Valeria Strada su Fiat Croma JTD alimentata a  biodiesel. Piazza d'onore per il milanese Vincenzo Di Bella e il romano  Christian Collovà su Citroen C5 sempre a biodiesel e preparata dalla  capitolina RaceBioConcept Team. Il podio si chiude sotto le insegne della  bandiera spagnola con Jesus Echave e Juanan Delgado su Toyota Prius  Hybrid.

Mentre nella classifica di regolarità si segnala l'equipaggio  palermitano Marcello De Simone-Maria Angela Concorreggi su Kia Cee'd  Hybrid, un'anteprima europea ufficiale della Casa coreana, un marchio  indissolubilmente legato alla mitica corsa della Targa Florio incamera  un doppio successo: si tratta della Porsche, che schierava le Cayenne S  Hybrid. La Casa di Stoccarda è risultata prima nella classifica a  squadre e nel Mediterranean Eco Challenge davanti a Citroen e al team di  Poste Italiane. Tra i prototipi, successo colto dalla Bizzarrini della  Fondazione Targa Florio, mentre la classifica assoluta FIA veicoli  elettrici ha visto piazzarsi in testa la Micro-Vett Fiat Abarth 500 con  Nino Cicero, seguita a ruota dalla Panda elettrica della Energy  Resource; terzo posto per i mezzi portalettere Ducati Energia di Poste  Italiane, che anche nell'edizione 2010 sono saliti sul podio.

Dunque tanti i marchi prestigiosi presenti. Non sono voluti mancare  realtà del calibro di Abarth, Bizzarrini, Citroen, Ducati Energia, Fiat,  Kia, Mitsubishi, Peugeot, Toyota e Porsche. A proposito della Casa  tedesca, la Eco Targa Florio ha vissuto anche di una partecipata serata a  Cefalù, dove sabato si è svolta la Porsche Hybrid Night. Tanta musica e  una serie di ospiti illustri, da Lucio Dalla a piloti del calibro di  Andrea Montermini, Nino Vaccarella, Totò Riolo ed Eugenio Renna, alias  “Amphicar”, si sono alternati sul palco del teatro comunale anche per  celebrare il radicato connubio proprio tra Targa Florio e Porsche (11  vittorie assolute sul circuito delle Madonie) e la fondamentale svolta  dell'innovazione tecnologica dell'automobile rappresentata dalle energie  alternative.

La Targa Florio, dunque, è quanto mai in prima linea. Ieri come oggi.  Così come l'ospitalità di luoghi incantevoli come Cefalù e Gratteri, il  cui sindaco, Giuseppe Muffoletto, tra l'altro, ha contribuito a dar  modo ai partecipanti di scoprire tratti e caratteristiche delle Madonie.  Un patrimonio unico che, come ha ricordato Gaetano Armao, assessore  all'economia della Regione Sicilia, presente all'arrivo finale delle  vetture, “rappresenta i luoghi della Targa Florio, da valorizzare,  automobilisticamente, tecnologicamente e turisticamente; luoghi che oggi  già appartengono anche al futuro”. Così le strade “della passione”  diventano anche quelle “dell'innovazione”. Il futuro si scrive ancora  qui.




0 Comments