Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * *

EcoRally Bulgaria 2015: la 500 EcoAbarth alla conquista dei Balcani


L’Ecomotori Racing Team è già in terra bulgara per preparare nel migliore dei modi la sesta prova della Coppa Fia Energie Alternative riservata a veicoli ecologici. La 500 Ecoabarth con impianto a metano Cavagna-Bigas sarà chiamata ad onorare una delle gare tra le più difficili della stagione mondiale.

Nei quasi seicento chilometri che uniscono la capitale Sofia alla città patrimonio Unesco Veliko Tarnovo, l’Ecomotori Racing Team dovrà affrontare numerose prove speciali di regolarità senza perdere d’occhio i consumi energetici.

La coppia costituita dal brianzolo Nicola Ventura e dal toscano Guido Guerrini avrà l’obiettivo di tenere aperto il mondiale di categoria ben guardandosi dai diretti concorrenti per la corsa al titolo e dai padroni di casa Dedikov-Pavlov trionfatori nella scorsa edizione della gara bulgara.

Nella conferenza stampa svoltasi prima della partenza nella sede lombarda di Ecomotori, il pilota Nicola Ventura ha sottolineato come “il mondiale sia già al giro di boa ed essere tra i primi in classifica e aver vinto due gare tra cui prestigioso Rally di Montecarlo è già un ottimo risultato per una coppia automobilistica all’esordio”.

Per il copilota Guido Guerrini si profila la terza esperienza nell’Ecorally bulgaro: “dopo due secondi posti consecutivi, forse potrebbe arrivare il momento di puntare al risultato più ampio” sono le parole ottimistiche a conclusione dell’incontro con la stampa.

La Bulgaria apre il trittico balcanico che proseguirà, dopo la pausa estiva, con la gara greca e quella serba. L’esito di questi tre importanti appuntamenti dirà se la Coppa Fia 2015 si chiuderà in Europa orientale o diventerà necessario l’ultimo appuntamento in Belgio il prossimo novembre.


0 Comments