Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pių informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * *

Campionato Italiano Energie Alternative... cosė non va!


Inizia male, nel peggiore dei modi, il Campionato Italiano Aci/Csai Energie Alternative 2013. O meglio, non inizia visto che la prima gara, il 1° Rally Green Città della Quercia, prevista a Rovereto (TN) il 2 e 3 Marzo è stata annullata a pochi giorni dall'evento.
 
Poche vetture iscritte e l'organizzatore ha scelto di annullare l'appuntamento. Nessuna colpa per l'organizzatore, la Adige Sport, che aveva dato ampia disponibilità ad ampliare l'organizzazione della classica "Coppa Città della Pace" anche alle vetture alimentate ad energie alternative.
 
Qualcosa però, come al solito, non ha funzionato e gli iscritti sono sempre più in calo. Un campanello d'allarme era già suonato nel 2012 quando relativamente alla 3a gara in calendario (il "Rolando D'Amore" ad Avellino) si è avuta certezza e informazioni per l'iscrizione all'ultimo minuto e solo dopo infinite telefonate con i vertici della sottocommissione energie alternative della CSAI.
 
L'approssimazione con cui i responsabili di ACI/CSAI stanno gestendo questo campionato è dir poco imbarazzante ed il risultato è che uno dopo l'altro i team storici che hanno dato visibilità e fatto crescere questa disciplina in Italia lo stanno inesorabilmente abbandonando.

Nel 2013, se non per singole apparizioni, non saranno presenti lo storico "RaceBioConcept Team" di Mario Montanucci, la "Scuderia Imega-Boninsegni" di Guido Guerrini e il "Team 4Gas" di Massimiliano Sorghi.
 
"Ecomotori Racing Team" ha scelto di esserci ancora anche nel 2013 ma più che un Campionato dove poter mettere in evidenza i valori delle energie alternative questo si sta trasformando in una deprimente lotta contro una obsoleta centrale a carbone.
 
Pare che nessuno abbia l'arguzia di capire che investire in questi Campionati comporti degli impegni non indifferenti che non possono in alcun modo essere affidati ad una gestione così farraginosa dove la colpa è sempre di qualcun'altro.
 
Solo per fare un esempio Ecomotori.net aveva da mesi avviato una collaborazione con gli organizzatori del "Brianza Motor Show" per portare una ventata di ecologia al nuovo salone. La priorità data al Campionato ci ha però costretti ad abbandonare il progetto quando la gara di Rovereto è stata spostata dal 23/24 Febbraio al 2/3 Marzo diventanto concomitante con la kermesse Brianzola.
Adesso ci troviamo senza gara e senza evento con ore e ore di lavoro letteralemente gettate al vento e con un danno economico e di visibilità non certo irrilevante.
 
In quest'ottica è totalmente impensabile un coinvolgimento ufficiale di un costruttore quando è palese il disinteresse della sotto-commissione energie alternative della CSAI nel promuovere, curare e seguire questa disciplina.
 
E' totalmente impensabile fare ulteriori investimenti coinvolgendo partner prestigiosi quando non si sa nemmeno se e quando si svolgeranno le gare del campionato.
 
E' arrivato il momento che il Dottor Bruno Moretti e l'Ing. Mario Bonifacio, rispettivamente Presidente e Vice Presidente della SottoCommissione Energie Alternative diano segnali chiari e forti a sostegno di questa disciplina. Serve un nuovo regolamento, servono regole chiare per gli organizzatori, serve pianificare una seria promozione e serve anche un po' di buon senso.
 
Ecomotori Racing Team c'è e lo ha dimostrato ma la pazienza non è infinita.
 
Nicola Ventura
DS Ecomotori Racing Team


0 Comments