Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Metano dalle alghe, Genifuel ottiene la licenza


algheBattelle è il garante della  concessione di una licenza esclusiva per Genifuel Corporation di un  processo sviluppato nel Laboratorio Nazionale della Pacific Northwest,  (PNNL in inglese) per convertire dalle alghe ed ottenere Gas Naturale  Sintetico rinnovabile (SNG)

per l’utilizzo in Tubazioni di trasporto  e produzione di Energia. Battelle opera con PNNL per il dipartimento  dell’Energia Americano.

Il metodo chiamato Gasificazione  idrotermica catalitica, crea il Gas Naturale dalle alghe più rapidamente,  in modo più efficiente, ed ad alto rendimento rispetto ad altri processi  di Biocarburanti, sostiene PNNL.

Genifuel si attende che il  processo richieda bassi investimenti di capitale.

L’accordo per la licenza  di questa tecnologia, muove un ulteriore passo avanti alle realtà commerciali  per la produzione di energia rinnovabile.

Alghe ed altre biomasse  acquatiche contengono una significativa promessa di produrre energia  rinnovabile a livello Nazionale per il nostro paese. Alla Genifuel abbiamo  sviluppato efficienti tecniche di crescita e di raccolta per le acque  da biomassa. Con questo processo di gasificazione, siamo in grado di  convertire la biomassa in un combustibile pulito che  è quasi TOTALMENTE NEUTRO sulle emissioni di Carbonio.(CO2)

Jim Oyler  presidente della Genifuel

PNNL ha originariamente sviluppato  il processo di gasificazione catalitica per la pulizia industriale e  di alimenti nel trattamento dei rifiuti come alternativa all’incenerimento.  Negli ultimi 10 anni, gli scienziati PNNL, hanno sviluppato la tecnologia  avanzata di includere un più stabile catalizzatore, che permette di  convertire la biomassa umida, come le alghe. PNNL ha testato la gasificazione  con piante terrestri e giacinti d’acqua. Funziona particolarmente  bene con le biomasse acquatiche come le alghe, in quanto la materia  prima non richiede essiccazione prima di produrre il combustibile.

Più del 99% della biomassa  è gasificata per produrre un prodotto di Gas e Vapore, che contiene  l’anidride carbonica durante la gasificazione. Dopo la condensa, l’acqua  arricchita di anidride carbonica disciolta viene riciclata per generare  la crescita della prossima generazione di biomassa, mentre riduce le  proprie emissioni quasi a ZERO.

Il gasificatore del PNNL funziona  a temperature relativamente basse, di 350° C in meno rispetto ai 700°  C o più dei vecchi sistemi. Rispetto ad altri metodi di gasificazione  della biomassa, come la digestione anaerobica, il processo della PNNL  lavora 400 volte più veloce e fornisce rese più elevate.

Secondo Doug Elliott, lo scienziato  dl PNNL che ha inventato il processo di gasificazione, “ E’ semplice  mettiamo biomassa bagnata come le alghe nel gasificatore dove sono convertite  cataliticamente e raccogliamo gas naturale e sottoprodotti. E’ stata  una fortuna, che il nostro sistema crei l’anidride carbonica come  sottoprodotto dall’esigenze della Genifuel, e che fa’ crescere naturalmente  le alghe. E’ un processo completamente verde.

La tecnologia dietro il processo  di gasificazione è stata i fase di sviluppo per un certo numero di  anni. Gli scienziati del PNNL hanno conseguito significativi progressi  nella chimica dei catalizzatori, e la selezione della temperatura e  della pressione ottimale per il processo, così come migliorare i sistemi  per proteggere il catalizzatore da impurità nella biomassa.

Genifuel cresce biomasse acquatiche  come le alghe, sia in stagni o trogoli, poi le raccoglie e le processa  per convertire la biomassa utilizzando la tecnologia PNNL.

Le acque utilizzate per la  crescita delle piante da stagno, non devono essere di alta qualità  o acqua dolce, ma possono essere trattate con le acque reflue, salmastre  o alcaline, addirittura con acqua salata, afferma Oyler. La coltivazione  delle piante in terra non può essere utilizzata, in modo che il processo  non sia in competizione con la produzione alimentare.

La società ha lavorato con  PNNL per quasi 2 anni per dimostrare il basso costo di produzione di  Gas Naturale da fonti rinnovabili per questa materia prima. In aggiunta  alla licenza di Battelle, Genifuel ha anche un certo numero di brevetti  in corso per la propria crescita ed anche altre tecnologie di produzione  che utilizzano biomassa acquatica.

Genifuel dice che non ha piani  per la produzione odierna di Gas Naturale per uso autotrazione. La società  sottolinea tuttavia che dal metano nel Gas Naturale Rinnovabile può  essere estratto il DiMetilEtere (DME) per uso come carburante di un  motore Diesel.

Fonte:  www.greencarcogress.com - Traduzione a cura di Graziano Fornasari




0 Comments