Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * *

DISTRIBUTORI METANO: Aperto un nuovo impianto a Miradolo Terme (PV)


Nuova apertura di un impianto di metano per autotrazione presso il distributore multicarburante "Fast&Furious" situato a Miradolo Terme (PV), sulla SP32. L'impianto è  il 16° aperto nella Provincia di Pavia e il 154° nella Regione Lombardia.

Continua quindi lo sviluppo della rete di distribuzione di metano che con questo di Miradolo Terme (PV) fa registrare il 17° nuovo distributore inaugurato dall'inizio dell'anno in Italia portando la rete ad un totale di 1062 distributori.
 


"La rete distributiva dei carburanti di Regione Lombardia si sta confermando come una delle più verdi nel panorama nazionale. E l'apertura odierna, insieme a quelle che si stanno concretizzando in questi mesi, sono un'ulteriore conferma che la nostra regione continua a crescere in termini di scelta di prodotti a basso impatto ambientale negli impianti". È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, commentando l'inaugurazione, a Miradolo Terme, in provincia di Pavia, del 154esimo impianto a metano in Lombardia.
 
"I numeri descrivono un trend in costante aumento; solo dieci anni fa - ha rimarcato Parolini - il metano era presente infatti solo in 45 impianti. Grazie ad interventi normativi mirati e allo stanziamento da parte di Regione Lombardia di oltre 9 milioni di euro per il miglioramento della rete, nonché alla vivacità del tessuto imprenditoriale lombardo, possiamo contare su una dotazione di metano più che triplicata".

"Le caratteristiche orografiche e climatiche della nostra regione, unite alla densità abitativa - ha aggiunto Parolini - rendono purtroppo il nostro territorio particolarmente vulnerabile agli inquinanti atmosferici e richiedono uno sforzo maggiore e politiche più incisive rispetto ad altre aree del nostro Paese. Vogliamo migliorare costantemente la qualità dell'aria in Lombardia, considerando che da una parte c'è il dovere di tutelare la salute dei cittadini e dell'altra anche quello di alleggerire il peso delle procedure europee di infrazione".
 
"Il nostro obiettivo è quello di implementare una rete di distribuzione di carburanti ecocompatibili ancora più moderna, capillare e completa, che vada incontro alle esigenze di un mercato automobilistico tecnologicamente sempre più evoluto e pulito e - ha spiegato Parolini - ad un pubblico di consumatori che sceglie in maniera crescente mezzi alimentati con carburanti alternativi, meno inquinanti e più economici".


0 Comments