Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Bigas presenta RI 27: il primo riduttore per Idrometano


BigasBigas ha presentato il 29 novembre 2008 la prima versione dell’ RI 27, il primo per idrometano. Il nuovo riduttore è stato provato con successo su un’auto aziendale. Piccolo e con un limitato numero di componenti interni, facile da installare, l’RI 27 ha svolto pienamente la sua funzione, consentendo un regolare flusso di gas in tutti i regimi di rotazione del motore.  E’ stata la prima prova su strada per il nuovo dispositivo ideato all’inizio del 2007 e frutto di circa due anni di ricerca.

L’ RI27 dovrà ancora superare numerosi test e ulteriori prove. Bigas è però su un’ottima strada che consentirà di avere, in tempi relativamente rapidi, un buon prodotto. L’azienda potrà così presentarsi all’ appuntamento del 2010, data entro la quale, ogni Stato della Comunità Economica Europea dovrà aver stabilito le regole per la circolazione delle auto a idrogeno, con tutte le carte in regola.  Alcuni elementi di contesto.

La presenza dell’idrogeno garantisce il mantenimento delle prestazioni del motore, grazie al suo alto contenuto energetico. Il nuovo carburante offre pari consumi e pari prestazioni di un motore alimentato a metano e soddisfa la richiesta di un significativo abbattimento degli inquinanti, come richiesto dal Protocollo di Kyoto. L’ idrogeno produce infatti emissioni inquinanti notevolmente inferiori rispetto agli altri combustibili: non vi sono idrocarburi incombusti, né anidride solforica, né anidride carbonica. L’idrogeno è potenzialmente inesauribile.

Lo studio accurato delle caratteristiche funzionali dell’ RI27 permetterà a Bigas di sviluppare un sistema capace di aumentare il rendimento del propulsore. Sono previste varie situazioni sperimentali per stabilire il corretto uso della miscela combustibile metano-idrogeno, per raggiungere l’optimum di funzionamento e la riduzione nei consumi di combustibile. Grande attenzione viene posta sull’analisi di tutti gli aspetti legati alla sicurezza dell’impianto.

 

SCHEDA EMISSIONI

Impatto inquinante dei carburanti

benzina= base 100
 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       

            
Benzina
            
DieselMetano Idrometano
Anidride carbonica (CO2)1001027570
Promotori Ozono1008044
Benzene (C6H6)100600
Idrocarburi (HC)100100100100
Idrocarburi non metanici (NMHC)10030086
Ossidi di azoto (NOx)1001504236
Monossido di carbonio (CO)100806048
Particolato sospeso1004004040
    Valore obiettivo

 




0 Comments