Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

H2politO: la macchina ad Idrogeno del Politecnico diventa realtà


h2politoL'idea nasce nel 2006. Creare un gruppo di ingegneri leader nei relativi settori destinati a rappresentare l’eccellenza della tecnologia e della competenza automobilistica piemontese.


A portarla avanti è un team del Politecnico di Torino che si occupa di progettazione di veicoli a propulsione alternativa. Nel 2007 il progetto vede la luce, nel 2008 il team diventa operativo, nel 2009 rafforzerà la sua attività. Il suo nome è: H2politO - molecole da corsa: un laboratorio-azienda.
Con il benestare del Rettore del Politecnico, il prof. Francesco Profumo e sotto la guida dell' Ing. Cozzari, del Faculty Advisor Ing. Carello e del Responsabile di Ingegneria dell'Autoveicolo, il prof. Pietro Appendino, il progetto decolla e, nel 2008, 15 studenti di Ingegneria producono una vettura, IDRA08: il prodotto dell’azienda-laboratorio diventa realtà.
Il mercato è rappresentato dalla competizione, i regolamenti dai capitolati di gara dove il giudizio è istantaneo. Il veicolo, con propulsore ad idrogeno, partecipa ed ottiene il podio nelle più rinomate competizioni di categoria: la SEM - Shell Econ Marathon, la Formula Electic & Hibrid Italy e diviene “Progetto dell’Anno” del Politecnico di Torino.
Parallelamente nasce lo Steering Committee, un comitato guida di docenti universitari e aziendali che segue gli studenti del team nella loro attività per condurli, come relatori di tesi innovative e sperimentali, al termine del loro percorso universitario.
"Grazie ai successi del 2008 il team del Politecnico ha effettuato una forte campagna di reclutamento all’interno del Politecnico. E’ durante questa fase che si inseriscono le nostre candidature - racconta Davide Massa che, insieme a Gianluca Manzi, è studente del Master MiM della ESCP-EAP, il percorso di Laurea Specialistica congiunta tra il Politecnico di Torino e la ESCP-EAP -. Dopo il conseguimento della Laurea di I livello al Politecnico e dopo due anni fra Parigi e Londra, siamo tornati a Torino per il terzo anno del master ESCP-EAP, che stiamo svolgendo.
Il team leader del progetto, Andrea Airale (Ingegnere autoveicolo), si è mostrato fin da subito interessato ai nostri profili manageriali e insieme abbiamo costituito il “gruppo Management” del progetto IDRA 2009.
Nell’ambito del progetto è previsto che gli studenti membri del team sviluppino tirocini e tesi riguardanti le attività svolte. Questo progetto è diventato così il nostro tirocinio del terzo anno del Master, qui a Torino. Si svilupperà durante tutto l’anno accademico e rappresenterà in buona parte le nostre tesi.
Passione, Iniziativa e coraggio sono i pilastri portanti. Con la nostra partecipazione, cercheremo di dare quest’anno ancora più importanza alle relazioni con le aziende e di poter accrescere la visibilità della
vettura.
Alcune sue componenti sono molto interessanti per il futuro sviluppo delle automobili. Anche se presenta caratteristiche totalmente differenti dalle vetture convenzionali, ed un suo probabile utilizzo commerciale al momento è considerato estremamente remoto, le aziende possono testare sul nostro prodotto le loro innovazioni. IDRA08 è un prototipo. Un progetto di altissima qualità e H2PolitO si considera un banco di prova a disposizione delle aziende “car maker” partner, in grado di offrire loro soluzioni innovative
".
La business school ESCP-EAP è impegnata nel networking di questo progetto. Manzi e Massa vi hanno apportato un rilevante contributo dal punto di vista manageriale. Ciò è da attribuire all’esperienza estera maturata tramite la business school negli anni trascorsi a Parigi e a Londra. Esperienza che ha permesso loro di vedere dall’interno l’organizzazione, il funzionamento e il mind-set delle top-companies europee e mondiali.
Il Politecnico di Torino ne è il principale investitore, sia dal punto di vista economico che strutturale.
Ha garantito infatti l’assistenza dei professori, le attrezzature, le aule e i dipartimenti per effettuare test sulla vettura. La lungimiranza e alla professionalità dei professori ha fatto sì che venissero coinvolte anche aziende esterne all’ambiente accademico. Queste hanno fornito un valido apporto finanziario, ma soprattutto tecnico, grazie al sostegno di loro consulenti specialisti. Esse sono: General Motors, SKF, EXP, SELMAT, POLYTEC GROUP, Formula, Adapco, Hysylab, SolidWOrks, Trafiltubi, Ages, Burkert, Sapio, e OMS.

Nel 2009 (Maggio-Luglio) IDRA parteciperà a nuove e altrettanto sfidanti competizioni tra le quali:
  • Formula EHI EHI 2009: Roma circuito sperimentale dell'ENEA;
  • SEM Europe 2009: Eurospeedway Lausitz (Germania);
  • UK 2010: Rockingham (Inghilterra);
  • SEM USA 2010: Californian Speedway (Los Angeles - California)
La vettura Idra08 è stata esposta al Museo dell’automobile, ed è stata presentata all’ambasciatore americano in Italia, durante la sua visita a General Motors, a Torino.
H2Polito forma ingegneri di eccellenza che svolgono un percorso formativo distintivo, con particolare focus sulla pratica. Le migliorie che questo team può apportare all’industria automobilistica sono funzionali all’unicità delle risorse umane che questo progetto fornisce.



0 Comments