Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Auto a idrogeno in commercio tra almeno 15 anni


Panda HydrogenDETROIT - Passeranno ancora 15 anni prima che le auto a pile alimentate da idrogeno diventeranno una via commercialmente percorribile per le case automobilistiche, anche nel caso in cui venissero superati tutti gli ostacoli tecnici o il governo accorresse in loro aiuto con dei sussidi. E' quanto rivela oggi un rapporto finanziato dal governo statunitense.



Nella migliore delle ipotesi, i produttori di automobili potrebbero vendere al massimo circa 2 milioni di auto elettriche alimentate a pile entro il 2020, secondo lo studio del National Research Council. Ciò significherebbe che meno dell'1% dei mezzi sulle strade statunitensi, in quella data, sarebbero veicoli a batteria.

Nel 2003, il presidente Usa George W. Bush aveva proposto una spesa di 1,2 miliardi di dollari per lo sviluppo di infrastrutture per l'alimentazione a pile, annunciando che i bambini nati in quello stesso anno sarebbero stati i primi a poter guidare delle macchine elettriche nel 2020.

Il Congresso chiese poi nel 2005 al National Research Council di effettuare uno studio per capire quanti finanziamenti federali e altri supporti sarebbero stati necessari per aumentare il modo significativo la percentuale di auto elettriche disponibili entro il 2020.

General Motors, Honda e altre case automobilistiche stanno testando una serie di auto elettriche a idrogeno.

I sostenitori vedono questa tecnologia, ancora ai primi passi, come un modo per ridurre drasticamente l'uso di petrolio e le emissioni di Co2, dal momento che le pile producono elettricità combinando idrogeno e ossigeno. Da questo processo, risulta l'emissione di solo vapore acqueo.

Lo studio conclude che il modo migliore di ridurre il consumo di petrolio e le emissioni di gas serra nei prossimi 20 anni è una serie di alternative, tra cui il miglioramento dell'efficienza di dispositivi a gas.

Fonte: http://www.borsaitaliana.reuters.it




0 Comments