Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Volvo V60 Hybrid: "tre-in-uno" per l'ibrida plug-in di nuova generazione


Volvo_V60_Plug-in_Hybrid_2"L'ibrida  di seconda generazione è la scelta perfetta per l'acquirente che non  scende a compromessi e che vuole una vettura dalle emissioni di anidride  carbonica estremamente ridotte, senza però rinunciare al piacere di  guida"  

afferma Stefan Jacoby, presidente e amministratore delegato di  Volvo Cars.

La trazione delle ruote anteriori della  V60 ibrida plug-in è affidata a un'unità turbodiesel D5 cinque cilindri  da 2,4 litri che eroga 215 cavalli e una coppia massima di 440 Nm.  L'auto dispone di trasmissione automatica a sei velocità.

L'asse  posteriore è azionato da un motore elettrico da 70 cavalli. Il motore  elettrico è alimentato da un pacco batteria agli ioni di litio da 12 kWh  ubicato sotto il piano di carico.

Il  pacco batteria, sofisticato e dalle dimensioni eccezionalmente  compatte, è composto da 10 moduli, ognuno contenente 20 celle. E' dotato  di un computer integrato che monitora e confronta la temperatura e il  livello di carica di ciascuna delle 200 celle, oltre che di un sistema  di raffreddamento dell'acqua collegato all'unità di climatizzazione  dell'auto.

Tre modalità di guida - tre auto in una

Il  conducente sceglie la modalità di guida preferita tramite tre pulsanti  sul cruscotto: Pure, Hybrid o Power. L'interazione tra il diesel e  l'alimentazione elettrica è gestita attraverso un sistema di controllo.

"Per  far sì che i veri appassionati di auto adottino una mentalità  ecologica, è necessario offrire loro la possibilità di guidare auto che  emettano poca anidride carbonica, senza dover tuttavia rinunciare alla  scarica di adrenalina tipica del vero piacere di guida. La V60 ibrida  plug-in possiede tutte le qualità classiche di una vera sport wagon. Non  abbiamo fatto altro che condirla con una tecnologia di punta che  permette al conducente di scegliere: zero emissioni, ibrida ad alta  efficienza o performance a tutta birra? È sufficiente selezionare la  modalità che meglio si adatta ai gusti del singolo," afferma Stefan  Jacoby.

Tre diverse personalità

Le modalità di guida Pure, Hybrid e Power conferiscono alla V60 ibrida plug-in tre diverse personalità:

  • modalità  Pure, l'auto è alimentata solo dal suo motore elettrico fin quando è  possibile. Se la batteria è stata ricaricata utilizzando energia  elettrica proveniente da una fonte rinnovabile, allora l'autonomia di  guida arriva a 50 km senza alcuna emissione di anidride carbonica.  L'autonomia della batteria dipende dal fondo stradale, dal clima e dallo  stile di guida;
  • Hybrid è la modalità predefinita  ogni volta che si mette in moto l'auto. Il motore diesel e quello  elettrico interagiscono per ottenere l'equilibrio ottimale tra il  piacere di guida e il basso impatto ambientale. Le emissioni di CO2  (NEDC combinato) sono di 49 g/km, pari a un consumo di carburante diesel  di 1,9 l/100 km. L'autonomia complessiva dell'auto arriva a 1200 km. Il  conducente ha la possibilità di selezionare la distanza di viaggio  prevista (breve, media o lunga) nel menu di configurazione dell'auto,  consentendo al sistema di controllo di bilanciare in maniera ottimale  l'alimentazione diesel e quella elettrica per ottenere il livello minimo  di emissioni di CO2 per la distanza impostata;
  • Power,  la tecnologia è ottimizzata per far sì che l'auto offra le migliori  prestazioni possibili. Il motore diesel e quello elettrico hanno una  potenza combinata di 215+70 cavalli e una coppia massima di 440+200 Nm.  La velocissima distribuzione della coppia del motore elettrico  contribuisce a offrire un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi.  La maggior parte degli automobilisti europei percorre meno di 50 km al  giorno, ad esempio durante il tragitto di andata e ritorno dal luogo di  lavoro. Per i percorsi più lunghi, il motore diesel si avvia  automaticamente, facendo in modo che l'auto abbia la stessa autonomia  delle vetture ibride tradizionali.

Trazione migliorata grazie all'AWD elettrico

Premendo  il pulsante AWD (trazione integrale) sulla console centrale si attivano  le quattro ruote motrici elettriche. Al posto della trasmissione  meccanica della potenza del tradizionale sistema AWD, la distribuzione  della coppia alle ruote anteriori, azionate dal diesel, e all'asse  posteriore alimentato elettricamente viene gestita dall'unità di  controllo centrale. L'AWD elettrico è stato concepito per garantire una  migliore aderenza in caso di partenza o di guida su terreno scivoloso,  in caso di neve o su fondo fangoso.

Tuttavia, grazie  alla potenza inferiore erogata dal motore elettrico, la coppia  disponibile per le ruote posteriori è limitata e il sistema AWD non si  attiva a velocità elevate.

Quando si inserisce l'AWD,  il motore diesel D5 continua a funzionare e il generatore ad alta  tensione mantiene sul pacco batteria un livello di carica sufficiente ad  alimentare il motore dell'asse posteriore.

Poiché il  dispositivo AWD elettrico viene attivato solo su richiesta del  conducente, il consumo di carburante risulta essere ridotto rispetto a  quello di modelli dotati di sistemi AWD permanenti tradizionali.

Risparmiare l'energia della batteria per un utilizzo successivo

La  V60 ibrida plug-in offre al conducente la possibilità di risparmiare  l'energia della batteria, così da disporre di un livello di carica  sufficiente da utilizzare in un secondo tempo, ad esempio all'interno di  aree urbane a basse emissioni.

Quando si attiva la  funzione "Save For Later", i sistemi dell'auto verificano che la  batteria abbia un livello di carica sufficiente per un altro percorso in  modalità elettrica al 100%. Se necessario, il motore diesel continua a  funzionare anche in questa modalità e, se opportuno, il generatore ad  alta tensione ricarica la batteria in modo tale da mantenere un livello  di carica sufficiente per un altro percorso in modalità "Pure".

L'obiettivo  della modalità "Save For Later" è quello di garantire che la batteria  della vettura abbia una capacità sufficiente a percorrere circa 20 km in  modalità solo elettrica.

Impianto frenante a due stadi

L'impianto  frenante a due stadi è un'altra delle dotazioni intelligenti della  Volvo V60 ibrida plug-in. Quando il conducente aziona il pedale del  freno, l'impianto inizialmente frena la vettura agendo sul motore  dell'asse posteriore. Questa energia di frenata viene utilizzata per  rigenerare il pacco batteria dell'auto.

I freni  meccanici vengono azionati solo nel caso in cui la situazione richieda  una forza frenante superiore a quella che può essere gestita dall'asse  posteriore.

Ricarica a domicilio

La  Volvo V60 ibrida Plug-in viene ricaricata tramite una normale presa di  corrente (230 V/6 A, 10 A o 16 A), a casa o in un parcheggio. Il tempo  di ricarica dipende dal livello della corrente. Una carica completa a 10  A richiede 4,5 ore. Il tempo si riduce a 3 ore con 16 A, mentre per una  ricarica a 6 A sono necessarie circa 7,5 ore.

Per  iniziare comodamente il viaggio, il conducente ha la possibilità di  preriscaldare o rinfrescare l'abitacolo durante il processo di ricarica.  Ciò significa anche che è possibile utilizzare più capacità della  batteria per alimentare la vettura.

Il  pre-condizionamento include anche la possibilità di raffreddare le  batterie. La temperatura di esercizio ideale del pacco batteria è di  20-30°C, perciò il pre-raffreddamento è d'importanza fondamentale al  fine di massimizzare la capacità di carica e quindi l'autonomia di  percorrenza per ogni carica. Il pre-condiziona­mento può essere  programmato tramite un timer integrato nel menu di configurazione  dell'auto oppure a distanza, attraverso un'applicazione tramite il  telefono cellulare.

La V60 ibrida plug-in offre  inoltre due opzioni di riscaldamento. Quando si utilizza l'alimentazione  elettrica, viene utilizzato un riscaldatore ad aria PTC (Coefficiente  Termico Positivo). La vettura dispone inoltre di un riscaldatore diesel  alimentato a carburante.

Applicazioni mobili intelligenti

Esternamente,  l'auto è dotata di numerosi particolari esclusivi che ne sottolineano  il profilo a emissioni di CO2 ridotte, come ad esempio le ruote leggere  dall'eccezionale aerodinamicità e gli pneumatici a bassa resistenza al  rotolamento.

Il quadro strumenti della Volvo V60  ibrida plug-in è stato modificato in modo tale da offrire al conducente  tutta una serie di importanti informazioni sul consumo di carburante  diesel e di energia elettrica, sul livello di carica della batteria,  sull'autonomia di percorrenza residua, e così via.

Sarà  inoltre possibile comunicare con l'automobile attraverso  un'applicazione mobile. Il proprietario dell'auto avrà così accesso a  una serie di funzioni intelligenti, come ad esempio il controllo della  temperatura - con possibilità di pre-raffrescamento e di  pre-riscaldamento - e il promemoria che ricorda di inserire il cavo di  ricarica se ciò non è stato fatto entro l'orario pre-fissato per la  ricarica.




0 Comments