Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Regione Piemonte e Centro Ricerche Fiat: accordo per progettare un nuovo motore ibrido


crfAccordo tra Regione e Centro Ricerche Fiat per finanziare la  realizzazione di un progetto di ricerca per un motopropulsore a  trasmissione ibrida innovativa da applicare sulle city cars, ovvero le  vetture utilitarie cittadine.


“Un motore innovativo, economico, rispettoso dei consumi e  dell’ambiente, frutto della ricerca Fiat e del supporto congiunto di  Regione e Politecnico - commenta l’assessore allo Sviluppo economico,  Massimo Giordano - E’ la scelta di un Piemonte all’avanguardia nel campo  dell’innovazione e della competitività, che può garantire anche un  importante futuro occupazionale”.

Nel progetto di ricerca, realizzato dalla divisione Powertrain  Research & Technology del Centro Ricerche della casa automobilistica  con il supporto del Politecnico di Torino, sarà sviluppato un concept  di motopropulsore ibrido termico-elettrico compatto e leggero, basato su  due recentissime tecnologie sviluppate da FPT, quella del motore  bicilindrico TwinAir e quella del cambio a doppia frizione a secco DDCT,  di tipo parallelo Torque-split  e caratterizzato da dimensioni e peso  molto contenuti. Scopo del progetto è verificare il potenziale tecnico  ed economico di questa soluzione tecnologica per una possibile  applicazione a livello industriale. Il motore elettrico del  motopropulsore ibrido sarà integrato nel cambio e sarà azionato da una  elettronica di potenza dedicata. Il sistema di accumulo sarà a celle a  ioni di litio e verrà sviluppato in due versioni, una per funzionamento  in modalità di puro ibrido (HEV) ed una dedicata ad un funzionamento con  ricarica da rete (PHEV o plug-in) con un’adeguata autonomia in  elettrico. L’obiettivo di riduzione delle emissioni di anidride  carbonica in versione HEV è del 30% nel ciclo urbano e del 19% nel ciclo  misto omologativo rispetto ad un veicolo equivalente con propulsore  convenzionale.

Il Centro Ricerche Fiat è responsabile della progettazione e  realizzazione del motopropulsore ibrido e della messa a punto  dell’intero sistema e veicolo. Il Politecnico di Torino, con il suo  dipartimento di Ingegneria elettrica, sarà responsabile per lo sviluppo  degli algoritmi di controllo dei numerosi attuatori elettrici del  motopropulsore ibrido.




0 Comments