Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Ford Escape Hybrid: un nuovo software per la gestione delle batterie


software_fordFord ha presentato un nuovo software di gestione batterie che farà parte dei miglioramenti introdotti sulle nuove Ford Escape Hybrid prodotte a partire dal 2010.



Di sicuro non è la prima cosa a cui si pensa quando si valuta l’acquisto di un’auto ibrida, ma i software che gestiscono le batterie e consentono la connessione dei veicoli con la rete elettrica sono un tassello fondamentale per il buon funzionamento delle nuove “auto verdi”.

La rapida diffusione di auto elettriche comporta infatti una corsa parallela alla progettazione e realizzazione di nuove tecnologie di gestione sempre più avanzate ed efficienti.

E la Ford – particolarmente attiva nel settore – non vuole di certo restare indietro: la casa costruttrice statunitense (in partnership con il Power Research Institute) ha presentato un software per monitorare e gestire l’autonomia delle batterie elettriche, in modo da favorire una programmazione intelligente della loro ricarica.

Nel 2010 la Ford Escape Hybrid verrà migliorata sotto molti aspetti, soprattutto quelli legati al suo motore elettrico che sarà reso più potente e godrà di una maggiore autonomia.

Il nuovo software – che sarà testato su alcuni modelli - utilizzerà uno schermo con tecnologia touch-screen per aggiornare in tempo reale il guidatore sullo stato delle batterie e sull’autonomia residua, suggerendogli anche il momento migliore per collegare la vettura alla rete elettrica così da sfruttare le tariffe più convenienti, come quelle delle ore notturne o quelle (abbastanza diffuse negli USA) che vedono la rete elettrica alimentata esclusivamente con energie rinnovabili come il solare o l’eolico.In questo modo non solo si minimizzano i costi di ricarica, ma si riduce anche l’impatto ambientale della vettura.

Il programma sarà prima testato sulla Escape per poi essere installato anche sulla futura versione elettrica della Focus (che vedrà probabilmente la luce nel 2011) e a partire dal 2012 su tutte le vetture elettriche Ford.

Fonte: http://www.allaguida.it




0 Comments