Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Zannoni (Ecogas): "Va ridotta l’accisa che grava sul GPL"


LogoConsorzioEcogasEletto all’unanimità nel giugno 2008 per ricoprire il gravoso incarico che, dalla fondazione del Consorzio, fu di Nello Rosi fino alla sua scomparsa, Domenico Zannoni ha chiesto, nel corso dell’Assemblea Generale del Consorzio Ecogas del 27 giugno, un alleggerimento degli impegni associativi

, tornando al ruolo di Consigliere, per contribuire alle attività consortili in virtù della sua lunga esperienza e profonda conoscenza delle problematiche dei carburanti liquidi e gassosi.

Zannoni, oggi come due anni fa al momento dell’insediamento, ha sottolineato la valenza sociale di GPL e metano, in quanto “carburanti ecologici e utili ai ceti meno abbienti, che hanno bisogno di risparmiare”.

In quest’ottica l’operato della sua presidenza – in una delicata fase di transizione – è stato mirato a evidenziare la fondamentale importanza della caratteristica di economicità dei carburanti gassosi, sostenendo la necessità di ridurre il carico fiscale sul GPL e chiedendo nuovi incentivi.

“Va ridotta l’accisa che grava sul GPL, per portarla almeno ai livelli indicati dalla Direttiva europea 2003/96/CE (0,0688 euro/litro) in accordo con il principio che chi meno inquina meno paga. E anche gli incentivi – ha proseguito Zannoni” – sono indispensabili per la diffusione delle auto a gas, sia con la trasformazione di quelle già esistenti, sia con l’acquisto di quelle offerte dalle case auto”.

Nel suo saluto all’assemblea, Zannoni ha ribadito che “l’azione congiunta accise-incentivi, resa continuativa e strutturale, è importante per il buon andamento del settore. Infatti, sebbene il trend di conversioni e immatricolazioni di veicoli a gas degli ultimi anni abbia permesso il mantenimento del parco circolante, non ha però ancora consentito il recupero delle quote di prodotto venduto perse per il progressivo affermarsi della motorizzazione diesel, che ha visto un aumento della sua convenienza a discapito di GPL e metano”

Fondamentale anche il contributo innovativo che il Presidente Zannoni ha dato per la spinta al miglioramento della qualità del GPL e per la ricerca di soluzioni per una maggiore soddisfazione dell’utente/automobilista che utilizza il gas per la propria auto. In questa direzione, ha voluto avviare la sperimentazione di alcuni possibili additivi destinati all’uso specifico con il GPL .

L’assemblea del Consorzio Ecogas ha accolto la richiesta del Presidente Zannoni di tornare al ruolo di Consigliere e lo ha calorosamente ringraziato per l’opera svolta, pregandolo di continuare nella sua opera propositiva e di stimolo alle attività associative. Eletto dall’Assemblea anche il nuovo Consiglio Direttivo – composto di 13 Consiglieri – che, nella prima riunione, ha nominato presidente per il prossimo biennio l’Architetto Alessandro Tramontano, da tempo Direttore Generale, il quale ha ribadito i ringraziamenti al predecessore, chiedendogli di non fargli mancare il suo “importante contributo di esperienza così validamente espresso in tutti questi anni all’interno del Consorzio.”




0 Comments