Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

GPL e metano, carburanti ecologici, a bordo di Goletta Verde e Goletta dai Laghi


goletta_verdeNautica  e GPL, due comparti da decenni ai vertici di produzione, qualità ed  export in tutto il mondo si preparano a collaborare, testimoni di  fantasia progettuale, tecnologie di eccellenza e attenzione  all’ambiente.

E’  il messaggio che lanciano da Genova Assogasliquidi/Federchimica e  Consorzio Ecogas - le associazioni di categoria che raccolgono gli  operatori del settore GPL in Italia - in occasione del tour 2011 di  Goletta Verde e Goletta dei Laghi, delle quali il Consorzio Ecogas è  partner tecnico.

GPL  e metano sono carburanti ecologici, economici e sicuri disponibili da  subito per aiutare l’ambiente. Nel nostro Paese sono utilizzati da oltre  2,2 milioni di veicoli. Aziende italiane all’avanguardia producono  soluzioni sempre più performanti esportate in tutto il mondo: possono  funzionare a gas automobili, autobus, mezzi commerciali, scooter. E ora,  grazie a nuove normative, anche le imbarcazioni.

Sono infatti già in vigore le normative quadro che consentiranno l’apertura del mercato nautico al GPL: le aziende interessate potranno applicare la tecnologia di questa alimentazione alternativa ai motori marini, sia ex fabrica sia in post-vendita, riforniti presso impianti di distribuzione dedicati.

Normative  frutto dell’intenso e pluriennale impegno di Assogasliquidi e Consorzio  Ecogas: nell’ambito degli organismi di normazione europea, hanno  condotto i lavori di standardizzazione della componentistica e delle  apparecchiature.

L’applicazione  del GPL alle imbarcazioni da diporto e da lavoro – così come per la  corretta fruizione delle aree marine protette - può contribuire  notevolmente al rinnovo ecologico del settore nautico.

Gli  obiettivi di Kyoto sono sempre più stringenti, e riguardano ormai tutti  i settori industriali. Anche il settore della nautica e soprattutto  quello del diporto, sono chiamati in causa dalla normativa europea e  come per l'autotrazione serve una soluzione già pronta come il GPL,  risorsa immediatamente disponibile.

Carburante  economico ed ecocompatibile, gode di un riferimento esplicito nella  direttiva europea riguardante le barche e i motori per uso diportistico  proprio perchè offre un vantaggio ambientale considerevole: un motore a  GPL presenta una riduzione del 10-15% delle emissioni di CO2 rispetto a  un motore a benzina. Il contributo al taglio delle emissioni non si  limita alla CO2: diminuiscono drasticamente anche idrocarburi  incombusti, emissioni sonore e di sostanze organiche nell’acqua.

La  diffusione del GPL nel settore della nautica può quindi contribuire  alla riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti, come già  avviene su strada per le quattro ruote, salvaguardando così la salute  dei fiumi, dei laghi e dei mari e nello stesso tempo aiutando gli utenti  a risparmiare sul costo del carburante.

Assogasliquidi/Federchimica  e Consorzio Ecogas auspicano che la soluzione GPL possa essere  realmente adottata e implementata a livello di mercato. Secondo le  associazioni si potrebbe anche pensare a un 10% di natanti a GPL  nell’ambito dell’utilizzo diportistico e da lavoro nel giro di qualche  anno: si tratta infatti dell’unica alternativa subito disponibile e  praticabile.

 

Normativa, a che punto siamo

Sulla  Gazzetta Ufficiale n. 245 del 21 ottobre 2009, è stato pubblicato il  Decreto del Ministero degli Interni del 6 ottobre 2009 Approvazione  della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la  costruzione e l´esercizio degli impianti di distribuzione di gas di  petrolio liquefatto ad uso nautico.

Nell’aprile 2009 è stata invece pubblicata la norma UNI EN 15609 che stabilisce le specifiche  tecniche per la progettazione e costruzione di imbarcazioni alimentate a  GPL e per la conversione a GPL delle unità già in uso. Prodotta  sotto il mandato della Commissione Europea, è stata già armonizzata  nella Direttiva 94/25 attraverso la Comunicazione della stessa  Commissione del 4 marzo 2009 (OJ C 51, 4.3.2009, p. 12).

Attualmente sono attivi presso il Ministero dei Trasporti e della Navigazione due tavoli di lavoro per le seguenti tematiche:

Diporto,  ottenuto il riconoscimento definitivo dello standard CEN - elaborato  sotto la presidenza italiana – quale riferimento tecnico per la  certificazione delle unità da diporto e motori a GPL ex-fabrica. In  merito all’ottenimento di una certificazione anche per le conversioni a  GPL delle unità da diporto e per i motori già circolanti, il tavolo  tecnico è ancora al lavoro, al fine di predisporre una possibile  normativa nazionale che fissi procedure nazionali semplificate rispetto a  quelle comunitarie.

Navigazione commerciale, il  Ministero ha aperto un tavolo di lavoro dedicato  all’adeguamento delle  norme tecniche già emanate in campo diportistico al settore della  navigazione commerciale. In previsione l’attivazione di un protocollo di  sperimentazione che coinvolgerà tutta la filiera di settore.

 

Consorzio Ecogas (Consorzio Gas Ecologici per Autotrazione) - Rappresentativo  del comparto gas autotrazione, GPL e metano, conta circa 1.000 aziende  aderenti, per un totale di oltre 6.000 addetti: costruttori di impianti  di conversione a gas, grossisti di materiali, installatori,  trasportatori, proprietari e gestori di distributori stradali e  depositi.  Nato nel 1992 con l’obiettivo di riunire tutti i comparti del  settore e promuoverne lo sviluppo e l’immagine, si occupa di: azioni di  tutela sul piano normativo, amministrativo e tecnico-legislativo,  rapporti con enti ed istituzioni, difesa dei diritti dell’utenza,  assistenza alle aziende, promozione.  Il Consorzio Ecogas è referente  del Ministero dell’Ambiente per la gestione degli incentivi ICBI e del  Ministero dello Sviluppo Economico per i fondi MSE.  Mette a  disposizione di automobilisti, aziende, enti ed amministrazioni il sito www.ecogas.it e il numero verde 800 500 501. E’ sponsor tecnico di Goletta Verde e Goletta dei Laghi.

La dichiarazione del Presidente Alessandro Tramontano: "Le  tecnologie applicate al GPL carburante sono pronte per consentirne  l’utilizzo anche nella nautica, da diporto e da lavoro. Un’opportunità  ambientale in grado di abbattere le emissioni dei motori marini per far  fronte ai limiti imposti dalle normative. Quello che auspichiamo, come  associazione rappresentativa delle aziende industriali che producono i  kit per la conversione a gas, delle officine specializzate che li  installano e dei distributori di carburante, è uno sviluppo concreto  paragonabile a quanto già avviene nel nostro Paese per le quattro ruote,  che vanta un parco circolante a GPL di oltre un milione e 700mila  autoveicoli. Lo sviluppo di questa tecnologia nella nautica, avrebbe  importanti e positive ripercussioni economiche ed occupazionali,  salvaguardando nel contempo l’ambiente marino e le acque interne.  Un’azione pratica: nel 2010 è stato realizzato un Corso Pilota di Formazione per Responsabili Tecnici di Officine di Installazione GPL per la nautica riservato a 25 operatori del settore gas promosso da AGIRE, Agenzia  Veneziana per l’Energia, Comune di Venezia e Regione Veneto, in  collaborazione con il Consorzio Ecogas”.

Assogasliquidi / Federchimica (Associazione Nazionale  imprese gas di petrolio liquefatti) - Assogasliquidi è l’Associazione Nazionale che, all’interno di  Confindustria, rappresenta le imprese che distribuiscono e producono GPL  (gas di petrolio liquefatti) sia per uso combustione sia per uso  autotrazione. Il suo obiettivo primario è la rappresentabilità del  Settore a livello nazionale ed internazionale, come interlocutore nei  confronti delle Istituzioni, per la tutela degli interessi e  dell’immagine del Settore. I servizi offerti sono: consulenza tecnica e  giuridico-normativa, assistenza tecnica, corsi di formazione, gestione  di iniziative di promozione. Assogasliquidi è on line all’indirizzo www.assogasliquidi.it.

La dichiarazione del Direttore Rita Caroselli: “Gli  obiettivi di Kyoto sono sempre più stringenti, e riguardano ormai tutti  i settori industriali. Come per l'autotrazione serve una soluzione  immediata. Il GPL è una soluzione, in quanto risorsa immediatamente  disponibile. E' un carburante economico ed ecocompatibile che può essere  utilizzato anche in questo ambito. Esso gode di un riferimento  esplicito nella direttiva europea riguardante le barche e i motori per  uso diportistico proprio perché offre un vantaggio ambientale  considerevole rispetto ai tradizionali motori a benzina: un motore a GPL  riduce le emissioni di tutti gli inquinanti atmosferici e non contiene  idrocarburi cancerogeni, oltre a presentare una riduzione del 10?15%  delle emissioni di CO2 rispetto ad un motore a benzina. Auspichiamo che  la soluzione GPL possa essere realmente adottata e implementata a  livello di mercato.”

 




0 Comments