Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Toyota rilancia il car-sharing ecologico con veicoli elettrici


ToyotaA partire dalla primavera 2012, Toyota, in collaborazione con la Nomura Real Estate Development Co. Ltd., con Daikyo Incorporated e con Toyota Housing Corporation, ha pianificato il lancio di un programma di car-sharing

su base condominiale che prevede l’utilizzo di veicoli ecologici di ultima generazione. Saranno infatti due condomini nella Prefettura di Tokyo e uno in quella di Aichi a ricevere rispettivamente due delle sei unità di “Prius Plug-in” e di “iQ – elettrica” che verranno gestite da alcune società di noleggio e leasing di veicoli Toyota.

Toyota, grazie anche alla collaborazione di promotori immobiliari e della Transport Machinery Co. Ltd., una società che progetta strutture per i parcheggi, ha deciso di costruire le aree di parcheggio e le relative infrastrutture di ricarica. Sono ancora da stabilire gli ulteriori dettagli del programma, come ad esempio i costi a carico degli utenti. Il fenomeno del car-sharing continua ad accrescere la propria popolarità tra le persone che risiedono in aree urbane senza però possedere un veicolo, oltre a guadagnarsi l’attenzione pubblica per il suo ruolo di contromisura al riscaldamento globale e alla dipendenza dal petrolio.

Per rispondere a questi trend, e nel tentativo di creare nuovi legami tra gli automobilisti e questi nuovi metodi di utilizzo dei mezzi di trasporto, Toyota ha deciso di portare avanti questo programma di car-sharing usando le ultime generazioni di veicoli elettrici e di veicoli ibridi plug-in.

La Prius Plug-in può essere ricaricata da una qualsiasi sorgente domestica di energia elettrica, per un’autonomia massima di 23.4 km in modalità di guida esclusivamente elettrica con una ricarica completa. Una volta esauritasi l’autonomia della batteria, il veicolo continua a funzionare come un ibrido convenzionale che utilizza sia l’energia elettrica che quella del motore benzina, eliminando così l’ansia derivante dalla autonomia elettrica residua e dalla disponibilità di infrastrutture di ricarica.

Toyota ha pianificato la commercializzazione della nuova Prius Plug-in entro i primi mesi del 2012.

Oltre a questo, il Veicolo Elettrico basato sulla piattaforma della “iQ”, attualmente in fase di sviluppo e il cui lancio è previsto per il 2012, possiede un’autonomia di 105 km che lo rende il veicolo adatto ai viaggi sulle brevi distanze. Toyota identifica i programmi di car-sharing come la soluzione ideale per i tragitti più brevi, ed è per questo motivo che il marchio continuerà a ricercare metodi sempre nuovi per promuovere l’utilizzo dei veicoli elettrici.




0 Comments