Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Nissan annncia i piani di espansione della gamma elettrica nel 2012


NissanNissan ha annunciato la strategia per preparare il  mercato ad accogliere l'aumento dei volumi produttivi, conseguenti  all'avvio della produzione europea della pluripremiata Nissan LEAF nel  2013. Il piano è incentrato sulle misure

per creare le migliori  condizioni per la diffusione di massa dei veicoli elettrici: nell'anno  fiscale 2012, Nissan LEAF 100% sarà commercializzata in nuovi mercati,  attraverso una rete più ampia di concessionarie e potrà contare su  un'infrastruttura di ricarica rapida ottimizzata

Con  questi importanti cambiamenti all'orizzonte, Paul Willcox, Senior Vice  President Sales e Marketing di Nissan Europa, attende con entusiasmo il  nuovo anno e commenta:"Questo è un anno importante per Nissan LEAF in  Europa: il nostro impegno è orientato a creare le condizioni affinché le  mobilità elettrica possa svilupparsi nel continente. Il 2011 è stato  eccezionale per noi e grazie a tutti questi significativi e tangibili  miglioramenti a livello di infrastrutture, rete di concessionarie e  produzione, ci attendiamo una crescita importante alla vigilia  dell'inizio della produzione europea.

Espansione dei mercati e della rete di vendita

Nel  2012 Nissan ha in programma di aumentare considerevolmente il numero di  concessionarie autorizzate alla vendita di LEAF in Europa, rendendola  più accessibile sul mercato di massa. Fino ad oggi Nissan LEAF era in  vendita in 14 mercati europei e aveva una rete di 110 concessionarie. A  fine marzo 2013, la cifra sarà decuplicata e ci saranno oltre 1000  concessionarie che commercializzeranno Nissan LEAF - tutte saranno  dotate di colonnine per la ricarica che permetteranno di ampliare  ulteriormente la rete infrastrutturale a disposizione dei clienti LEAF.  Entro il 2013, Nissan LEAF sarà in vendita in 24 mercati europei.

Veicoli dimostrativi e di cortesia per i clienti

Contemporaneamente,  aumenterà anche il numero di LEAF disponibili presso la rete: entro  aprile 2012, oltre 700 concessionarie in Europa offriranno ai clienti la  possibilità di provare Nissan LEAF. Questo programma continuerà nei  prossimi 12 mesi, incrementando il numero di auto dimostrative e di  cortesia disponibili in tutta Europa.

Ricarica rapida in 30 minuti: riduzione dei costi e sviluppo dell'infrastruttura

Nel  2011, Nissan ha compiuto un importante passo in avanti a livello  tecnologico e di sviluppo del proprio sistema di ricarica rapida in  Europa, che sarà disponibile al 50% del costo delle unità convenzionali  (sotto i 10.000 euro in Europa). Questo sistema di ricarica veloce a  corrente continua permette di ripristinare l'80% della capacità di  Nissan LEAF o di qualsiasi altro veicolo elettrico compatibile con gli  standard ChadeMo in meno di trenta minuti.

Il  sistema è anche predisposto alla ricarica in corrente alternata  necessaria per supportare l'arrivo dei veicoli elettrici dell'Alleata  Renault progettati per punti di ricarica standard in corrente alternata  da 43 kW. L'Alleanza Renault-Nissan promuove lo sviluppo delle  infrastrutture, secondo una strategia che punta ad una mix di sistemi di  ricarica rapida in corrente continua e alternata.

La  riduzione dei costi delle colonnine di ricarica veloce in corrente  continua sarà di enorme stimolo allo sviluppo di un'infrastruttura di  ricarica rapida in tutta Europa e semplificherà la mobilità degli  acquirenti di LEAF. Per incoraggiare ulteriormente l'implementazione  della rete di ricarica e preparare la strada per il lancio commerciale  su larga scala entro il 2012, Nissan donerà 400 unità per la ricarica  rapida a città e regioni in tutta Europa. Queste colonnine daranno a  migliaia di clienti la possibilità di sperimentare l'utilità e  convenienza della ricarica veloce, che permetterà di aumentare  l'autonomia del veicolo elettrico. L'iniziativa fa seguito a un accordo  siglato dalla Casa con cinque grandi aziende energetiche e fornitori  europei d'infrastrutture per veicoli elettrici allo scopo di favorire la  diffusione del sistema di ricarica rapida di ultima generazione firmato  Nissan. Il programma di Nissan prevede l'installazione di migliaia di  postazioni di ricarica rapida ChadeMo in Europa entro fine 2012, e  decine di migliaia entro la fine del 2015.

Campagna marketing di Nissan LEAF

A  marzo 2012 sarà lanciata un'innovativa campagna marketing online  incentrata su Nissan LEAF: durerà 100 giorni e avrà l'obiettivo di  portare il maggior numero di clienti verso la mobilità 100% elettrica,   illustrando i vantaggi della mobilità elettrica a un target  completamente nuovo. In parallelo sarà condotta una campagna  pubblicitaria che vedrà Nissan LEAF, emblema dell'innovazione di cui  Nissan è capace, comparire per la prima volta sui canali televisivi di  molti Paesi.

Produzione delle batterie nel Regno Unito

Nella  prima metà del 2012 inizierà la produzione delle batterie di Nissan  LEAF nello stabilimento di Sunderland, campione di efficienza: sarà il  primo passo verso la costruzione dell'intera auto in Europa. La  produzione delle batterie nel Regno Unito aumenta nettamente la  flessibilità della supply chain e mette al riparo dalle fluttuazioni del  cambio valutario.

Produzione del veicolo elettrico

In  questo modo Nissan intende preparare l'introduzione di LEAF "made in  Europe": produrre l'auto nello stabilimento inglese di Sunderland  permetterà di ridurre il lead time, aumentare la disponibilità del  prodotto, limitare l'impatto delle fluttuazioni valutarie e ridurre le  emissioni di CO2 legate al trasporto dei prodotti al cliente finale.

"Seconda vita" per le batterie delle auto

Che  cosa succede alle batterie delle auto elettriche quando vengono rimosse  dai veicoli? Nissan e l'alleata Renault stanno individuando delle  aziende partner per dare una "seconda vita" alle batterie usate. Le  batterie automobilistiche non più adatte ad alimentare i veicoli possono  essere reimpiegate per immagazzinare l'elettricità generata da fonti  sostenibili, dove i picchi di produzione e domanda non sono sempre  allineati. Altri usi sono lo stoccaggio di energia elettrica "di  riserva" nelle aree non servite affidabilmente dalle utility o il  supporto al bilanciamento energetico della rete. Al termine della  seconda vita le batterie sono comunque riciclabili grazie al valore  intrinseco e alla qualità dei materiali utilizzati al loro interno.  Ulteriori dettagli sul programma "Second Life" di Nissan saranno  annunciati nel corso dei prossimi 12 mesi.




0 Comments