Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

L'ACI e la FIA non hanno dubbi: è necessario puntare con decisione sull'auto elettrica


autoelettrica4Si è tenuta in Portogallo l’International Club  Conference della FIA–Federazione Internazionale dell’Automobile, momento  di confronto sulla mobilità sostenibile e sicura degli Automobile e  Touring Club

nazionali di Europa, Africa e Medio Oriente. L’Italia era  rappresentata da una delegazione dell’ACI guidata dal presidente Enrico  Gelpi, che ha partecipato a diverse le sessioni di lavoro intervenendo al Consiglio mondiale della FIA per l’Automobile, la Mobilità  e il Turismo.

La conferenza è stata caratterizzata dal  dibattito su come meglio affrontare le sfide che riguardano il futuro  dei veicoli elettrici. “L’ACI e gli altri Automobile Club internazionali  – ha dichiarato Gelpi – chiedono alle istituzioni nazionali e locali di  lavorare insieme alla creazione di un quadro integrato di riferimento  per favorire la diffusione dell’auto elettrica, idonea a soddisfare il  fabbisogno quotidiano di mobilità in ambito urbano salvaguardando  l’ambiente”.

I membri dell’International Club Conference hanno  approvato un documento congiunto che sollecita le istituzioni  europee a promuovere politiche di sostegno alla mobilità privata, anche  con incentivi economici, puntando soprattutto sulle tecnologie verdi che  alimentano i veicoli, in particolare in ambito urbano e verso specifici  gruppi di utenti (trasporto pubblico, car sharing, aziende per la  distribuzione delle merci in città). E’ importante poi definire standard  e specifiche tecniche per la ricarica delle batterie, favorendo la  concorrenza sul mercato dell’energia ed evitando ogni forma di  monopolio.

Il settore dei trasporti dipende ancora per il 96%  dal petrolio, con elevati costi economici ed ambientali. L’Unione  Europea ha fissato obiettivi ambiziosi per la riduzione delle emissioni  di CO2 e la “decarbonizzazione” del trasporto. L’auto elettrica  rappresenta la soluzione più efficace – e immediatamente disponibile –  per muoversi a basso costo con un impatto ambientale molto limitato, ma  la sua diffusione è compromessa dal prezzo di acquisto ancora elevato e  dalla mancanza di una infrastruttura di ricarica armonizzata a livello  europeo.

Questo il documento approvato dai membri dell'International Club Conference




0 Comments