Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

La Mobilità del futuro? Per i concessionari vincono le ibride e l'elettrico. Surclassati Metano e Gpl.


autoelettrica3Saranno le soluzioni che utilizzano energia elettrica quelle che più si svilupperanno per alimentare le autovetture nel prossimo decennio. E’ questa l’opinione dei concessionari secondo un sondaggio condotto dal Centro Studi Promotor  

GL events. Il 47,8% dei concessionari dichiara che sarà la soluzione ibrida (elettricità + benzina o elettricità + gasolio) quella che si affermerà maggiormente. Seguono nella graduatoria le alimentazioni solo elettriche indicate dal 23% del campione.

L’ibrido, come è noto è un sistema che prevede l’impiego di un motore a benzina o diesel che, oltre ad assicurare autonomamente l’autotrazione, recuperando energia in frenata o in rallentamento, carica batterie che servono a fornire energia a un motore elettrico che può essere utilizzato a supporto della trazione a benzina o a gasolio o anche in alternativa a questa trazione, garantendo così per un certo tratto di strada emissioni zero. Si tratta di una soluzione abbastanza costosa che però per i concessionari è candidata ad essere quella che si affermerà maggiormente nel prossimo decennio e preparerà la strada ad una maggior diffusione in prospettiva della trazione solo elettrica, trazione che, come si è detto, nel prossimo decennio dovrebbe essere al secondo posto nella graduatoria delle soluzioni che si affermeranno maggiormente con il 23% di indicazioni contro il 47,8% relativo alla trazione ibrida.

La terza soluzione più gettonata nello stimare le prospettive di sviluppo per i prossimi dieci anni è una soluzione antica: il diesel che riceve il 10,7% di indicazioni. Seguono il metano (6,3%), il gpl (5,9%), la benzina (3,7%) e l’idrogeno (2,6%). Come si vede le soluzioni tradizionali (benzina e metano) non sono secondo i concessionari quelle che si svilupperanno maggiormente nel prossimo decennio ed anche lo spazio per lo sviluppo di metano e gpl viene ritenuto non particolarmente rilevante. La prospettiva idrogeno pare poi essere già tramontata.

Al di là delle opinioni dei concessionari l’interesse del pubblico e delle case automobilistiche si concentra oggi soprattutto sulle soluzioni totalmente o parzialmente elettriche. Propio all’auto elettrica, nell’ambito del prossimo Motor Show di Bologna che si aprirà al pubblico il 3 dicembre, vi sarà Electric City powered by Enel: un padiglione in cui in un’ambientazione particolarmente scenografica sarà possibile vedere le auto elettriche già sul mercato o che debutteranno a breve, che potranno essere anche provate in una pista indoor.




0 Comments