Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Genova: dal Comune otto quadricicli elettrici per le forze dell’ordine


Genova_quadricicli_elettriciPer la sua particolare conformazione urbana, Genova, schiacciata tra il  Mar Ligure e l’Appenino, può essere considerata la “capitale europea  dello scooter”, un mezzo che permette di bypassare agilmente il traffico  cittadino

e di trovare rapidamente un posteggio. Ma le due ruote non  sono più la sola soluzione per spostarsi comodamente in città. Non a  caso il Comune di Genova - nell’ambito dell’accordo di programma “Patto  per la Sicurezza 2009”  tra lo stesso Comune, Prefettura, Regione  Liguria e Provincia di Genova - ha ultimamente acquisito  8 quadricicli  elettrici che andranno ad implementare le dotazioni dei mezzi della  polizia municipale (4), dei carabinieri (2) e della polizia di Stato  (2). Il loro impiego, per quanto riguarda i vigili urbani, è previsto in  particolare per la sorveglianza e il pattugliamento del centro storico e  dei parchi di Nervi e di Voltri.

Il nuovo parco mezzi è stato presentato in via Garibaldi, davanti a  Palazzo Tursi - alla presenza del sindaco Marta Vincenzi -  dall’assessore alla Città Sicura Roberto Scidone, il quale ha detto fra  l’altro che i quattro quadricili faranno base davanti a Tursi, in piazza  Ortiz, nei parchi di Nervi e nella villa Duchessa di Galliera a Voltri;  e che Genova è la prima grande città ad utilizzarli per la sicurezza.  

La fornitura dei quadricicli “Ducati Free Duck fd 2010” è stata  assegnata, tramite gara per 65 mila euro, alla ditta Ducati Energia di  Borgo Panigale, che a Genova ha già dotato degli stessi mezzi anche le  Poste Italiane (300 esemplari). «Si tratta di mezzi ad alimentazione  elettrica – ha spiegato Andrea Onado, sales manager della ditta  bolognese – ad emissione zero e estremamente silenziosi. La ricarica  delle batterie al litio impiega dalle 6 alle 8 ore, avviene tramite il  collegamento alle apposite colonnine situate negli spazi di rimessa dei  mezzi e permette di percorrere fino a 60 chilometri. Il loro peso  totale, comprensivo di autista e passeggero, si aggira su un massimo di  350 chili per una velocità consentita di 45 chilometri orari».

Il Comandante della polizia municipale Roberto Mangiardi ha detto fra  l'altro che «questi veicoli, silenziosi e di dimensioni ridotte,  consentirà ai nostri agenti di implementare le normali attività di  servizio, quella preventiva e di affrontare in maniera più efficace  anche  la lotta ai fenomeni criminosi che si verificano in contesti  dagli spazi limitati come quelli dei carruggi o del Porto Antico».



0 Comments