Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Arval e Citroën Italia insieme per la mobilità elettrica


C-ZeroArval, gruppo Bnp Paribas, leader nel noleggio auto a lungo termine, e Citroën Italia presentano il primo canone di noleggio per la Citroën C-Zero Da oggi noleggiare un’auto elettrica è una realtà. Con 548 euro i.e. al mese per 60 mesi e una percorrenza totale di 50.000 km

è possibile guidare una Citroën C-Zero, la nuova city car elettrica del costruttore francese.

Il canone è comprensivo di manutenzione ordinaria e straordinaria, garanzia assicurativa RCA, coperture per incendio, furto, danni ulteriori al veicolo, cambio pneumatici e traino.

Oltre al normale servizio di traino, Arval sempre attenta ad anticipare le esigenze delle aziende clienti, ha previsto, in caso di esaurimento della batteria, il traino dell’auto fino alle sede dell’azienda o al punto di ricarica più vicino.

Con 564 euro i.e. al mese, inoltre, per 60 mesi e una percorrenza totale di 50.000 km, sarà possibile noleggiare la versione “van” per trasporto merci.

Citroën C-Zero è la soluzione ideale per le aziende che hanno esigenze di mobilità urbana oppure di brevi percorrenze giornaliere (max 150 Km con una ricarica) e che possono ricaricare comodamente i veicoli durante la loro permanenza in azienda, grazie al collegamento ad una semplice presa di corrente.

Da segnalare, inoltre, che Citroën C-Zero, rispetto ad una city car equivalente alimentata a benzina, a parità di 10.000 km annui, consente un risparmio mensile di 65 euro sulla voce carburante, permettendo di generare dei “saving” importanti in termini di tco (costo totale di utilizzo) della flotta. Con C-Zero, Citroën arricchisce la propria offerta sul segmento delle city car con una soluzione 100% elettrica.

La vettura è pensata per facilitare la mobilità urbana ed extraurbana: dimensioni ridotte, prestazioni eccezionali e autonomia sufficiente a coprire tutti i tragitti quotidiani, un vero e proprio concentrato di tecnologia e creatività per vincere da subito le sfide di domani.

Citroën C-Zero conserva tutte le prestazioni di sicurezza, confort e abitabilità abituali dei veicoli del segmento e si posiziona al vertice della categoria. Facile da guidare, sorprende per la silenziosità, la maneggevolezza e per l’eccellente rapporto abitabilità / ingombro esterno.

Dotata di una tecnologia di prim’ordine, come la batteria agli ioni di litio di ultima generazione, posta al centro del veicolo e composta da 88 celle di 50 Ah, con capacità utile di circa 16 kWh e alimentazione fornita a 330 V, Citroën C-Zero beneficia anche dell’esperienza acquisita dalla Marca Citroën con gli oltre 5.500 veicoli elettrici commercializzati.

Con 4 posti effettivi e un bagagliaio di 166 litri di capacità, Citroën C-Zero propone molteplici equipaggiamenti di confort e sicurezza, come servosterzo, ABS, ESP, AFU, vetri elettrici, 6 Airbag e climatizzatore che sono i più significativi tra quelli di serie.

Come per una vettura tradizionale, numerosi parametri influiscono in maniera più o meno importante sul consumo e quindi sull’autonomia; i principali sono il riscaldamento e la climatizzazione, alimentati elettricamente e la guida che, come per un veicolo a motore termico, possono far variare notevolmente il consumo di corrente.

Un’opportunità che ben si coniuga, sia con il ruolo consulenziale di Arval nei confronti della aziende clienti, un target particolarmente sensibile alle politiche di mobilità green in generale e alla “rivoluzione elettrica” in particolare, sia con la sua coscienza Ecopolis, il contenitore virtuale di iniziative concrete in direzione di una nuova ecologia del vivere e del fare business, avviato nel 2005.

“Affinchè la grande promessa /scommessa dell’elettrico possa diventare una realtà “ dice Paolo Ghinolfi, Amministratore Delegato di Arval “ occorre essere protagonisti attivi del cambiamento, l’unico modo per permettere ai vari ingranaggi del sistema (logistica, infrastrutture, la rete di distribuzione energetica,,sistemi incentivanti) di muoversi armonicamente. E’quello che abbiamo fatto noi con Citroën - continua Ghinolfi - inaugurando un approccio che a mio avviso segnerà una vera e propria rivoluzione “culturale”.

“Impegnata da molti anni sul fronte della riduzione del consumo di carburante e dei gas ad effetto serra, la Marca, Citroën leader in ambito ambientale, aggiunge C-Zero alla sua già ricca gamma di prodotti rispettosi dell’ambiente e si impegna concretamente affinché la vettura elettrica sia percepibile dal futuro acquirente come vettura reale e affidabile e non soltanto come un esercizio di tecnologia futuristica”, dice François Guieysse, Direttore Generale di Citroën italia.




0 Comments